Una tragedia che nessuno avrebbe mai nemmeno lontanamente immaginato. Il tredicenne era in casa da solo al momento del fatto.

Emanuele Cremaschi/Getty Images

Una morte, si potrebbe quasi dire, assurda. Chi può arrivare a pensare che un divano letto può divenire letale e uccidere? Eppure questo impensabile incidente domestico è accaduto ad un giovanissimo. A trovare il corpo ormai privo di vita del ragazzo è stato proprio il cugino perchè il padre, senegalese, era tornato nel suo Paese per qualche tempo. L’ accaduto si è svolto ad Asti e la polizia sta ancora indagando sulla vicenda che pare inspiegabile.

Il tredicenne sarebbe morto per soffocamento incastrato nel divano letto sul quale stava riposando: la causa di tutto sarebbe stata una molla difettosa che non ha permesso al ragazzo di corporatura esile di divincolarsi dalla morsa letale. A trovarlo e a lanciare l’ allarme è stato il cugino, il quale sapendolo in casa da solo e non ricevendo risposta alle chiamate e ai messaggi, si era recato a casa per portargli un pasto. Ma una volta aperta la porta, ha assistito ad una scena agghiacciante.

L’ arrivo dei soccorsi allertati proprio da questo non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. La comunità di Asti è sconvolta: la famiglia di origini senegalesi si era ben integrata ed era ben voluta da tutti. La Procura ora dovrà indicare il da farsi: se disporre l’ autopsia o se riconsegnare la salma ai parentii quali, affranti dal dolore ed ancora sconvolti, hanno espresso il desiderio di riportarlo nel paese di origine.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui