Mauro è morto a 49 anni, schiacciato dal suo stesso Tir

0
157
Fonti ed evidenze: Giorno, Stampa

Da La Loggia, in provincia di Torino, arriva la notizia dell’ennesimo incidente mortale sul lavoro. La vittima si chiamava Mauro Lucchini ed aveva 49 anni. 

incidente la loggia
Emanuele Cremaschi/Getty Images/Archivio

L’ennesima, drammatica storia di incidenti sul lavoro arriva da Torino, dove nella mattinata di ieri l’autista di un Tir ha perso la vita dopo essere rimasto schiacciato dal suo stesso mezzo. Mauro Lucchini, questo il nome della vittima, aveva 49 anni ed era residente in provincia di Lodi. Una tragedia che si è verificata nel parcheggio di un supermercato nel Comune di La Loggia, nell’area Metropolitana del Capoluogo piemontese. Le cause del terribile incidente rimangono da accertare, e per questo è stata aperta un’inchiesta dalla Procura, ma secondo le primissime ricostruzioni sembrerebbe che la tragedia sia avvenuta mentre l’uomo stava scaricando la merce che sarebbe dovuta finire sugli scaffali.

Durante questa fase, qualcosa è andato storto e Lucchini è rimasto schiacciato sotto il peso del mezzo. Le sue grida avrebbero attirato l’attenzione degli altri dipendenti presenti in quel momento nello stabilimento. Immediata la richiesta di aiuto inviata al 118, che ha prontamente inviato sul posto una squadra di operatori. Il loro intervento si è purtroppo rivelato vano: inutili tutti i tentativi di rianimare l’uomo, del quale è stato dichiarato il decesso. Le condizioni del lavoratore sono apparse gravissime ai soccorritori sin dai primissimi istanti. Ora sulla sua morte sono al lavoro i tecnici Spresal dell’Asl To 5 e i Carabinieri della stazione di Vinovo, che conducono le indagini.

Secondo una delle prime ipotesi formulate da chi indaga, alla base del tragico incidente di La Loggia potrebbe esserci una terribile fatalità. La vittima potrebbe infatti non aver inserito il freno a mano nel mezzo pesante dal quale stava scaricando la merce destinata al supermercato. Una circostanza che avrebbe fatto sì che il mezzo, privo di qualsiasi sistema di bloccaggio, si sia mosso fino a schiacciare il conducente, che nel frattempo si era posizionato dietro al Tir per procedere con le operazioni di scarico della merce. Nell’ambito delle indagini il mezzo è stato posto sotto sequestro.

La morte di Mauro Lucchini evidenzia ancora una volta come quella relativa agli incidenti sul lavoro sia una vera e propria emergenza nel nostro Paese. Soltanto pochi mesi fa la morte di Luana D’Orazio aveva aperto un dibattito sulla sicurezza sui posti di lavoro: la giovane ragazza era rimasta uccisa dall’orditoio al quale lavorava in una fabbrica tessile in provincia di Prato e le prime indagini avevano rivelato che i meccanismi di sicurezza del macchinario erano stati manomessi per non rallentare la produzione.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui