Lorella se ne va nel sonno: accanto a lei, fino alla fine, l’amato cagnolino

0
115
Fonti ed evidenze: Gazzettino, Voce di Venezia

Lorella Padovan è morta in casa sua dopo essersi appoggiata sul divano per riposare un po’: aveva 60 anni e viveva insieme ai genitori in provincia di Venezia. 

lorella padovan
Lorella Padovan/Facebook

E’ morta sul divano di casa, dove si era seduta per riposare un po’, insieme al fedelissimo cagnolino. E invece Lorella Padovan, 60 anni, originaria di Jesolo ma da tempo residente a Ca’ di Valle a Cavallino-Treporti, in provincia di Venezia, da quel divano non si è mai più alzata. Giovedì scorso la donna è stata infatti colta da un improvviso malore mentre tentava di riposare. Un malore che le è stato fatale: quando i suoi familiari, insospettiti dal lungo tempo trascorso, hanno tentato di svegliarla era ormai troppo tardi: inutili gli interventi dei soccorritori contattati dai conviventi di Lorella. Il personale del 118, una volta arrivato all’interno dell’abitazione della donna, non ha potuto far altro che constatarne il decesso.

Accanto a lei – una donna solare, secondo le descrizioni di amici e colleghi, che più di ogni altra cosa sottolineano il suo sorriso – l’amato cagnolino, che ha vegliato su di lei negli ultimi istanti della sua vita. Lorella se n’è andata nel sonno, provocando un profondo dolore tra i familiari e i colleghi, scossi dalla notizia inaspettata. “Sorridere sempre“, era la sua frase tipica: la ripeteva sempre, a casa e sul lavoro, come se fosse il suo biglietto da visita.

Conosciuta e stimata per il suo buon carattere, Lorella lavorava da tempo nel settore della moda, collaborando anche con diversi noti negozi della zona. Particolarmente legata alla famiglia, la donna aveva dedicato molto del suo tempo ad accudire i genitori con l’avanzare dell’età, tanto da convivere con loro fino all’ultimo. La sua morte improvvisa ha lasciato nello sconforto l’intera comunità di Cavallino-Treporti. I funerali si svolgeranno mercoledì 28 luglio, alle ore 10.15 nella chiesa di Santa Maria Elisabetta di Cavallino.

Una vicenda drammatica, che fa ripensare alla tragica morte di Christian La Fauci, morto pochi giorni fa a Genova, in casa sua, dove accudiva l’anziana madre non più autosufficiente: anche la donna, dopo il decesso del figlio, si è spenta all’interno dell’abitazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui