Perde il controllo della moto e cerca di allontanarsi a piedi: travolto e ucciso a 14 anni

0
114
Fonti ed evidenze: Agi, Stampa

Hugo Millan, quattordicenne motociclista spagnolo, è morto dopo un tragico incidente avvenuto nel corso della prova di Aragorn dell’European Talent Cup. 

hugo millan
Hugo Millan/Facebook

Ancora una tragedia nel motosport: a meno di due mesi dalla morte al Mugello del diciannovenne svizzero Jason Dupasquier – scomparso in un incidente verificatosi durante le le prove libere della Moto 3 – Hugo Millan, giovanissimo talento dell’European Talent Cup di motociclismo, è morto a 14 anni dopo un drammatico incidente in pista. Il ragazzo, che stava gareggiando sul circuito di Aragorn, in Spagna, ha riportato delle gravissime ferite dopo un impatto in pista e per lui, nonostante i tentativi dell’equipe medica del circuito, non c’è stato nulla da fare.

Hugo ha perso il controllo della moto ed è caduto quando mancavano 13 giri alla fine del round di Aragona. Una volta rialzatosi, il ragazzo, nel tentativo di allontanarsi a piedi dalla pista, è stato travolto dal motociclista polacco Oleg Pawlec, che sopraggiungeva ad altissima velocità e – ritrovandosi improvvisamente davanti il collega – non ha potuto in alcun modo scongiurare l’impatto. Immediatamente la direzione di gara ha sospeso la corsa, visto che la gravità dell’impatto è sin dai primissimi istanti apparsa evidente a tutti. Sul circuito sono arrivati prontamente i soccorsi, che hanno provveduto al trasferimento immediato di Hugo in elicottero verso l’ospedale di Saragozza. Un trasferimento che, purtroppo, si è rivelato vano.

Dopo l’intervento dell’equipe medica in pista, la gara-1 dell’Eurpean Talent Cup è ripartita, ma nel momento in cui è arrivata la notizia della morte del quattordicenne spagnolo, gli organizzatori hanno deciso di cancellare tutte le gare in programma sul circuito d’Aragona.

Considerato uno dei più importanti talenti del panorama motociclistico internazionale, Hugo Millan avrebbe dovuto compiere 15 anni il prossimo 13 novembre. Nato a Huelva, in Andalusia, il giovanissimo pilota stava gareggiando per la sua terza stagione nell’European Talent Cup e stava disputando il suo miglior campionato: Millan era infatti secondo in classifica, con due pole position e quattro piazzamenti sul podio in questa prima parte di stagione. Soprannominato Iceman, per via della grande freddezza che, nonostante la giovanissima età, contraddistingueva il suo stile di guida, Hugo era cresciuto nel mito del connazionale Marc Marquez, otto volte campione del mondo.

Il dramma di Hugo Millan evidenzia come, nonostante i progressi in termini di equipaggiamenti di sicurezza per i piloti del motorsport, i rischi di questo genere di attività rimangano altissime. Rischi da cui, purtroppo, non sono esenti tutti coloro che guidano moto su strada per piacere e passione, come testimoniano i numerosi incidenti avvenuti negli ultimi mesi.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui