Pavia, in ospedale pensano che sia morta di ictus: era stata vaccinata 4 volte

0
276
Fonti ed evidenze: Ministero della Salute, Corriere della Sera, Giornale

Una donna è deceduta in un ospedale lombardo La famiglia pensava fosse morta di ictus. Quello che hanno scoperto in seguito li ha  sconvolti.

vaccinata quattro volte
Getty Immages/Go Nakamura

Il Ministero della Salute informa che nelle ultime ventiquattro ore i casi totali sono saliti di 6619 unità. Da ieri 18 morti che fanno salire le vittime a 128.047 e 2117 guariti che raggiungono quota 4.132.510. Totale persone vaccinate: 31.770.746, pari al 58,82% della popolazione sopra i 12 anni.

I casi attualmente positivi salgono a 82.962, +4478 rispetto a ieri. I ricoverati sono 1812, +82 mentre in terapia intensiva 201 assistiti, +7 da ieri.

Pavia muore dopo 4 dosi di vaccino

La giovanissima Virginia Grilli a cui hanno iniettato per sbaglio sei dosi di vaccino all’ospedale di Massa Carrara, non è – purtroppo – l’unico caso di questo genere. All’istituto Maugeri di Pavia hanno iniettato per errore 4 dosi ad una signora di 81 Emilia Maria Lodroni. E se Virginia – nonostante sia stata malissimo e ancora adesso debba sottoporsi a continui controlli – ce l’ha fatta, così non è stato per l’anziana che è deceduta. La donna era stata ricoverata a metà aprile dopo un ictus e solo poche ore prima che morisse i due figli hanno scoperto che è stata vaccinata contro il Covid durante il ricovero alla Maugeri. In reparto la paziente era stata vaccinata con due dosi di Moderna: la prima il 26 maggio e la seconda dose il 5 luglio. Ma il nosocomio non sapeva che l’anziana aveva già ricevuto due dosi di Pfizer con convocazione il 4 e il 25 marzo.

Dopo aver scoperto che le erano state somministrate, in tutto, quattro dosi di vaccino anti Covid, la famiglia ha presentato la denuncia ai Carabinieri della stazione di Pavia. La Procura ha immediatamente aperto un fascicolo e disposto l’autopsia per fare chiarezza sul decesso della donna. Per capire se le quattro dosi di vaccino possano, in qualche modo, aver influito sulle sue condizioni in modo significativo da portarla alla morte. Ciò che aggrava la situazione è che i figli non sapevano nulla della vaccinazione avvenuta in ospedale. Né i medici né gli infermieri li avevano informati. Hanno scoperto tutto per una pura casualità. Infatti Germana e Luca, i figli della povera Emilia, hanno spiegato: “Non siamo stati informati della seconda vaccinazione contro il Covid L’abbiamo scoperto trovando una carta nel comodino vicino al letto di mia madre in ospedale“. Se non avessero trovato quel foglio, probabilmente avrebbero creduto che l’anziana fosse deceduta a causa dell’ictus. E probabilmente la causa è stato l’ictus ma solo l’autopsia potrà rivelarlo ed escludere ogni eventuale nesso causale tra le quattro vaccinazioni e la morte dell’81enne. Nel frattempo la Procura di Pavia ha chiesto la cartella clinica della donna per verificare se all’interno della stessa fosse stato indicata l’avvenuta vaccinazione con Pfizer e la relativa registrazione delle prime due dosi sul portale della Regione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui