Viviana e il figlio Gioele non possono riposare in pace: niente sepoltura da 11 mesi

0
114
Fonti ed evidenze: TGCom24, Fanpage

Il dramma di Viviana Parisi e di suo figlio Gioele risale ormai ad un anno fa. Eppure, i due non hanno ancora ricevuto una sepoltura, denunciano i cronisti. 

 

Il tragico caso della scomparsa di Viviana Parisi, la DJ siciliana che portò via di casa il figlio Gioele per ragioni mai del tutto chiarite prima di un epilogo tremendo risale ormai ad 11 mesi fa. Ciononostante, la Procura non ha ancora concesso l’autorizzazione per procedere con la tumulazione delle salme di madre e figlio, un atto dovuto per concedere quantomeno di riposare in pace alle vittime di una vicenda tragica e ancora oscura. La denuncia arriva dai legali della donna che parlando di gravi ritardi e disattenzioni nel corso della chiusura dei documenti del caso.

“Stiamo ancora aspettando che la Procura si pronunci, spero solo che tutto questo tempo serva per far luce su ciò che è successo”, racconta Daniele Mondello, marito di Viviana e padre di Gioele che non ha nemmeno una lapide per poter ricordare la sua famiglia spazzata via nel giro di una notte. L’uomo non è l’unico a protestare per i ritardi: “Era stato chiesto un termine di 90 giorni per una consulenza e ne sono passati 330. Auspico la possibilità di celebrare un funerale per la famiglia di Viviana e Gioele”, denuncia l’avvocato Antonio Cozza lasciando intendere che qualcuno non abbia portato a termine il proprio lavoro durante l’autopsia e le fasi di archiviazione del caso. Il caso di Viviana Parisi venne chiuso formalmente dopo lunghe ricerche ed indagini con il ritrovamento del corpo di madre e figlio nelle campagne sicule: la tesi di un omicidio è sempre stata respinta dagli investigatori che hanno concluso le indagini parlando di una fuga avvenuta per motivi ignoti, fino alla morte di madre e figlio avvenuta in maniera tuttora inspiegabile, in riferimento alle cause che l’avrebbero provocata .

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui