L’auto prende fuoco, i Carabinieri tentano il possibile, ma non basta

0
343
Fonti ed evidenze: Fanpage, Giorno

Terribile incidente stradale a Mapello, in provincia di Bergamo. I Carabinieri hanno tentato il possibile.

Un tragico incidente si è verificato nei giorni scorsi all’uscita della galleria del Centro Commerciale “Il Continente” a Mapello, in provincia di Bergamo. Lo scontro, avvenuto nella mattinata di lunedì 21 giugno, ha visto coinvolte un’auto – una Fiat Panda guidata da Alex Mazzoleni, un idraulico di 36 anni – e un furgone, alla cui guida c’era un sessantacinquenne di Ornago Brianza.

Subito dopo l’incidente, l’auto guidata dal trentaseienne si è incendiata: sul posto, proprio in quel momento, passavano casualmente i Carabinieri della Compagnia di Zogno, che sono riusciti ad estrarre l’uomo dalla vettura prima che questa prendesse fuoco in maniera definitiva. L’intervento tempestivo dei militari, che hanno affidato il conducente dell’auto alle cure dei medici e dei paramedici del 118 accorsi sul posto, non è tuttavia stato sufficiente a salvargli la vita: trasportato d’urgenza all’ospedale Papa Giovanni di Beragmo, il trentaseienne è morto tre ore dopo il ricovero.

Fuori pericolo, invece, il conducente del furgone, trasportato all’ospedale Gavazzeni di Bergamo in codice giallo per via delle ferite riportate in seguito allo scontro. Secondo le informazioni riportate dalla cronaca locale, le ragioni che hanno portato all’incidente rimangono al momento ignote. Per questo le Forze dell’Ordine hanno momentaneamente chiuso il tratto di strada interessato dallo scontro, procedendo ai rilievi del caso al fine di accertare la dinamica dei fatti e l’eventuale assegnazione di responsabilità.

Un incidente drammatico che è costato la vita ad un uomo di appena 36 anni, padre di una bimba piccola, e che fa tornare alla mente altri terribili episodi che, sempre in Lombardia, hanno macchiato di sangue le strade: da una parte la scomparsa di Niccolò Grillo, deceduto dopo una caduta in moto nel bresciano, dall’altra il caso – ancora da chiarire per diversi aspetti oscuri – che ha portato alla morte di Idris El Sawah, un ragazzo di diciotto anni morto dopo appena una settimana dall’aver preso la patente. In questo caso, le Forze dell’Ordine sono al lavoro per capire come sia stato possibile che a un ragazzo tanto giovane e inesperto venisse affidata un’auto potente come il Suv BMW di cui era alla guida.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui