Matteo, sconfigge la leucemia e prede la vita lavorando

0
323
Fonti ed evidenze: Ansa, Fanpage

Avviene a Salerno l’ennesimo incidente sul lavoro dove un operaio impegnato presso il porto della cittadina è stato improvvisamente travolto da un oggetto pesante.

Non si ferma la sequela di incidenti sul lavoro: dopo la tragedia di Prato, a Salerno un operaio è rimasto vittima di un episodio molto grave presso il porto del comune campano dove stava lavorando: è successo nel pomeriggio di ieri e – secondo i testimoni – l’uomo sarebbe stato travolto da un oggetto pesante mentre si trovava al suo posto presso i moli. L’uomo,  Matteo Leone – era addetto allo spostamento dei container che ogni giorno partono ed arrivano presso il molo di Salerno quando improvvisamente l’operaio è stato travolto da un carrello. Il macchinario necessario per spostare i container per circostanze non chiare ha infatti colpito a gran forza l’operaio, gettandolo a terra. Immediato l’allarme lanciato dai colleghi che hanno assistito all’incidente, contattando subito il 118: i paramedici hanno trasportato l’uomo presso il San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona presso la città di Salerno in prognosi riservata. Matteo ja lottato con tutte le sue forze ma la sua situazione era troppo grave: è stato operato più di una volta nelle ultime ore, è tornato indietro da un arresto cardiaco ma alla fine, intorno all’una del mattino, Matteo ha smesso di lottare: se n’è andato a soli 34 anni.

I sindacati protestano per la crescente insicurezza sul posto di lavoro di tanti operai che fanno lavori simili: “Questo ennesimo incidente al porto di Salerno è lo specchio del tempo che viviamo. Tutti si dicono pronti a fare qualcosa ma poi restano inermi di fronte a questi episodi”, il comunicato della Cisal Metalmeccanici. La fine di Matteo ricorda la morte di una donna, caduta da un’altezza considerevole mentre lavorava. Ora le indagini chiariranno se nel caso di Salerno ci siano state delle misure di sicurezza ignorate o malfunzionamenti di un macchinario.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui