Davide Astori, qualcuno paga per la sua morte: il risarcimento è un milione di euro

0
233

Il medico che aveva visitato Davide Astori è stato ritenuto colpevole dal Tribunale di Firenze per non aver approfondito le anomalie cardiologiche che avrebbero poi portato alla morte il calciatore. La difesa: “Impugneremo la sentenza“.

Davide Astori

È arrivata la sentenza per il medico che aveva visitato Davide Astori. Il cardiologo Giorgio Galanti era accusato di omicidio colposo per non aver approfondito alcune anomalie emerse durante una visita di controllo al calciatore. Il Tribunale di Firenze lo ha condannato ad un anno di reclusione ma l’avvocato difensore adesso replica: “Impugneremo la sentenza”.

La sentenza dal Tribunale di Firenze: Giorgio Galanti è condannato

La decisione del Tribunale di Firenze è arrivata solo nelle ultime ore, a distanza di più di tre anni da quel lontano 4 marzo 2018, il giorno in cui il calciatore Davide Astori perse la vita a causa di un arresto cardiaco all’età di soli 31 anni.

Le indagini sulla sua scomparsa avevano fatto emergere come tempo prima il calciatore della Fiorentina avesse fatto una visita medica con tanto di prova con sforzo: sotto la lente sono finite alcune anomalie emerse proprio nel corso della visita di controllo. Secondo l’accusa queste avrebbero dovuto funzionare da campanello d’allarme imponendo l’approfondimento con ulteriori visite e accertamenti – holter e risonanza magnetica – per poter escludere gravi patologie. Ma così non ha fatto Giorgio Galanti, il medico che aveva visitato il capitano della Fiorentina e che è l’unico imputato per la sua morte.
Nonostante il responso della super perizia sia stato quello di constatare che la cardiomiopatia aritmogena biventricolare fosse molto subdola da intercettare – soprattutto in un paziente giovane, sportivo e senza familiarità il Tribunale ha condannato ad un anno di reclusione Giorgio Galanti. Ad incastrarlo è stato il mancato uso dell’holter che, anche se con bassa probabilità, avrebbe potuto portare allo scoperto la malattia del calciatore.

Leggi anche -> Davide Astori:”Gli scrissi un messaggio, il giorno dopo non c’era più” le parole di Francesca Fioretti

Leggi anche -> Francesca Fioretti, dopo la scomparsa di Astori ritrova l’amore a fianco di un calciatore

Giorgio Galanti condannato anche ad un risarcimento

Oltre ad un anno di reclusione, Giorgio Galanti è adesso condannato a risarcire la famiglia di Astori: 250.000 euro andranno a Francesca Fioretti, sua compagna, 240.000 alla figlia Vittoria, mentre i restanti 600.000 saranno spartiti tra i genitori Renato e Giovanna e i fratelli Marco e Bruno. Tra 90 giorni arriverà la motivazione della sentenza, che l’avvocato difensore Fenyes è pronto a impugnare. Contenta la compagna Francesca: “È stata fatta giustizia a Davide anche se sono dispiaciuta perché la sua morte poteva essere evitata. Spero che la sentenza serva in futuro a salvare altre vite“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui