La piccola Denise Pipitone scomparsa nel 2003 non porta il cognome dei genitori Piera Maggi e Pietro Piluzzi. Il motivo che non tutti conoscono.

Denise
Denise Pipitone

Nonostante le tantissime piste seguite dagli inquirenti dopo 17 anni non è ancora stato svelato il mistero sulla scomparsa di Denise Pipitone. La sparizione della piccola continua a rimanere un mistero. Solo qualche settimana fa si era riaccesa la speranza che la bambina fosse viva e potesse trovarsi i Russia. L’esame del Dna però ha svelato che la ragazza individuata non era Denise. Un’altra immensa delusione per la madre Piera Maggio che non hai mai smesso di cercarla. Nelle ultime ore però è stato svelato il mistero sul cognome della bambina. Denise infatti non porta ne il cognome della madre appunto Maggio ne quello del padre Piero Pulizzi. Molti si sono chiesti il motivo ma per diverso tempo è rimasto privato data l’estrema delicatezza della situazione.

 

LEGGI ANCHE > HARRY PREFERISCE MEGHAN MARKLE AL RICORDO DELLA MADRE DIANA, LA ROTTURA CON IL FRATELLO POTREBBE FARSI PESANTE

Denise
Denise Pipitone

Piera Maggio è stata sposata due volte. La prima con Toni Pipitone apparso nelle anche durante le preme ricerche della bambina.  Nel corso del matrimonio con Pipitone Piera è rimasta incinta di Denise ma in realtà il padre biologico era Pietro Piluzzi, con il quale aveva una relazione extraconiugale che durava da anni e diventato successivamente suo marito. Per questo motivo i primi sospetti sul responsabile del rapimento sono ricaduti sull’ex moglie di Pulizzi, da cui l’uomo aveva avuto altri due figli. Pipitone ha riconosciuto la bambina e ha scoperto solo in un secondo momento che non era sua. La verità sul padre biologico di Denise è venuta a galla solo quando la piccola era già scomparsa. A seguito della scoperta Pipitone non ha più voluto occuparsi della ricerca della piccola, sparendo di scena.

Nessuno però ha voluto chiedere il cambio di cognome perché la bambina era ormai era sparita nel nulla da diverso tempo e le ricerche erano cominciate con quel cognome, lo stesso che la bambina avrebbe riconosciuto come il proprio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui