“Troppo poche te ne hanno date”, dice chef Rubio a Vittorio Brumotti

0
1657

Dopo l’aggressione subita dall’inviato di Striscia la Notizia Vittorio Brumotti, è intervenuto sui social anche chef Rubio con parole molto dure. La polemica sta continuando nelle ultime ore, e lo chef sta sferrando ripetuti attacchi a Brumotti.

Brumotti Chef Rubio

Sono parole dure quelle di chef Rubio contro Vittorio Brumotti, che hanno scandalizzato il popolo dei social.

Tutto è cominciato durante la registrazione di un servizio per Striscia la Notizia: Vittorio Brumotti con la sua troupe (formata da un cameramen e l’altro giornalista Vincenzo Rubano) si è recato al quartiere Quarticciolo di Roma, una zona molto degradata che presenta diverse problematiche, prima fra tutte lo spaccio di droga. Proprio lo spaccio era il soggetto del servizio, le cui riprese sono state però interrotte da un’aggressione degli abitanti verso la troupe. Insulti e minacce di morte, oltre che calci e violenze fisiche. Ma non solo botte: i residenti della zona hanno distrutto anche il furgone e la bici dell’inviato. La troupe se l’è cavata con ferite non gravi e tutto l’episodio è stato filmato e postato in rete dai passanti.

Leggi anche -> “Mi hanno dato dell’attore di serie B, della ‘mignotta’, del gay per convenienza” dice Gabriel Garko

Leggi anche -> “Il Covid? Un affare per le case farmaceutiche. Presto certe persone non potranno uscire di casa”

Chef Rubio, i commenti all’aggressione

Brumotti sei un infame, troppe poche te n’hanno date“, ha commentato su Twitter la vicenda. Chef Rubio, nome d’arte di Gabriele Rubini, ha incolpato il giornalista di non sapere niente del ‘core’ immenso del Quarticciolo e ha preso le difese degli abitanti del quartiere, abbandonati dallo Stato, che resistono “nonostante tutto, con dignità ed umanità” Poche ore dopo Rubio insiste Questo sei brumottistar, il dispiacere dei pori cristi… – scrive ancora chef Rubio -. Ma la colpa non è tua, la colpa è de chi te paga, di chi ti guarda, di chi giustifica tutto sto carrozzone fatto di infamate e vessazioni. Magari a voi sta bene ma a me. Grazie Matteo e perdonali se puoi

Nonostante le sue parole abbiano suscitato molta polemica, chef Rubio non si è fermato ed ha invece proseguito con gli attacchi a Brumotti, spesso con toni ironici. Sono molti i tweet che ha scritto sull’argomento nelle ultime ore. Secondo Rubio la droga è una conseguenza del fallimento dello Stato “messa in giro dagli stessi che fingono di combatterla”.  E ha continuato “Invece di riprendervela con le periferie e abboccare ai servizi dimmerda, esigete servizi, case e lavoro per tutti“.

Non sono mancati, come di consueto. rifermenti ai politici additati come causa di ogni male ed emblema di ipocrisia. In particolare Rubio torna a colpire uno dei suoi bersagli preferiti, Giorgia Meloni: “Sempre in campagna elettorale. Se faceste il vostro, lo spaccio in periferia e nei quartieri abbandonati dalle istituzioni probabilmente non sarebbe necessario, e quell’artro eviterebbe le pizze. Vacce al Quarticciolo invece de sta sui social

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui