Ciro, la madre era presente in villa quella sera. E ora difende il figlio e accusa la ragazza

0
154

Maria Elena Boschi commenta con un video sui social le parole di Grillo in difesa del figlio accusato di stupro, e invita il M5S a prenderne le distanze. Anche la moglie del politico è intervenuta sotto alla clip su Facebook in difesa del marito e del figlio.

Maria Elena Boschi Grillo

Maria Elena Boschi contro Beppe Grillo: sui social la politica di Italia Viva pubblica un video nel quale dichiara “scandalose” le parole che Grillo ha usato per difendere il figlio Ciro dalle accuse di stupro ai danni di una coetanea, e invita tutti i membri del Movimento 5 Stelle a prendere le distanze dalle parole del collega.

Lo sfogo di Grillo sui social

Nel suo video-denuncia Grillo sostiene l’innocenza del proprio figlio, Ciro.
Secondo Grillo il figlio è assolutamente innocente e la sua sarebbe stata una “ragazzata” insieme agli amici, in un momento di divertimento. Inoltre, anche se in modo indiretto, il politico accusa la ragazza vittima della violenza di aver mentito, poiché la denuncia è arrivata otto giorni dopo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Beppe Grillo (@beppe_grillo_)

La risposta di Maria Elena Boschi

La parole del politico ed ex comico però hanno suscitato non poca indignazione. Anche Maria Elena Boschi è scesa in campo, raccogliendo in una clip di pochi minuti tutto il proprio disappunto.
Nel video che la Boschi definisce “scandaloso”, Beppe Grillo avrebbe decisamente esagerato. Secondo la 40enne, usare il suo potere mediatico e politico per poter così assolvere il figlio è vergognoso. Non solo, le parole del politico e blogger italiano sono cariche di maschilismo.
Fa un torto a tutte le donne vittime di violenza, perché forse non sa il dolore che passa attraverso quelle donne che impiegano non giorni ma settimane per trovare il coraggio di denunciare“, afferma. “Anche quando ci spiega che sono solo quattro ragazzi che stanno scherzando deresponsabilizza degli adulti maggiorenni e lo fa semplicemente perché lui è famoso“, continua la donna.

Caro Beppe Grillo, ti devi semplicemente vergognare“, tuona infine la Boschi. Soprattutto alla luce della campagna d’odio imbastita negli nei confronti della famiglia Boschi proprio da parte di Grillo e dal Movimento 5 Stelle. “Mio padre non è certo uno stupratore“, dice la Boschi, portando alla luce un sistema basato su due pesi e due misure diverse: “Ci sono le regole e la morale che si applicano alla sua famiglia e quelle che valgono per la mia famiglia e quella di tutti gli altri, attaccati ingiustamente dal M5S“.

Ma la polemica non  è destinata a fermarsi. Sotto al video è comparso un commento della moglie di Grillo (e madre di Ciro) che, come il marito, ha difeso il figlio. “C’è un video che testimonia l’innocenza dei ragazzi, dove si vede che lei è consenziente. La data della denuncia è solo un particolare“, ha scritto infatti Parvin Tadjik. La donna era presente quella sera nella villa ma era ormai andata a dormire. E’ la prima volta che la donna si espone pubblicamente sulla delicata questione.

Leggi anche -> Non mi fa rabbia la felicità degli altri, mi mette allegria, dice Barbara Palombelli pensando a Gassmann

Leggi anche -> Giancarlo Giannini racconta il dolore per il figlio morto a 20 anni e come ha superato il lutto 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui