Giancarlo Giannini racconta il dolore per il figlio morto a 20 anni e come ha superato il lutto

0
27

Giancarlo Giannini è uscito allo scoperto e ha raccontato il dramma della morte del figlio, allora 20enne, che lo ha scosso nel profondo. Ecco le sue parole.

Giancarlo Giannini figlio

C’è un dramma molto doloroso nel passato di Giancarlo Giannini: l’attore ha perso un figlio quando questo aveva neanche 21 anni. Una ferita incalcolabile, capace di lasciare un vuoto che nient’altro ha potuto riempire nella vita dell’attore.

L’occasione è una sua intervista per il magazine “IoDonna”, durante la quale Giancarlo Giannini ha affrontato svariati argomenti. Ma ad avere maggior rilievo sono state le parole che l’attore ha usato per ricordare il figlio Lorenzo, morto nel 1987 a causa di un’improvvisa rottura di un aneurisma.

Giancarlo Giannini, la scomparsa del figlio Lorenzo

Non si è mai pronti per la morte di un familiare o di una persona cara, tantomeno se questa arriva all’improvviso e interrompe la vita di un 20enne che ha ancora tutta la vita davanti. Il dramma è stato particolarmente difficile da affrontare per la famiglia di Giannini.
L’attore nel 1967 si era sposato con la regista Livia Giampalmo, dalla cui unione è nato – oltre che lo sfortunato Lorenzo – anche Adriano, il figlio minore di 4 anni più piccolo del fratello.
La rottura di un aneurisma ha improvvisamente strappato Lorenzo dalle braccia dei suoi cari. “Ricevetti la notizia mentre giravo a Milano“, ha spiegato, “Presi un aereo, mi precipitai in ospedale, trovai la madre e il fratello disperatiNonostante il ricovero in ospedale a poco è servito l’intervento dei medici che non hanno potuto fare altro che dichiararne il decesso. “Anche io ero disperato, ma li consolavo dicendo: ‘Guardate, lui sta meglio di noi’“, ha fatto sapere a IoDonna.

Ma come superare un lutto doloroso come quello della scomparsa prematura di un figlio ancora così giovane? La risposta Giannini l’ha trovata nella fede: “Per molti la morte di un figlio mette in discussione la stessa esistenza di Dio. Ti chiedi: perché a lui e non a me?“, ha commentato. Senza inizialmente riuscire a trovare un senso a quella situazione, piano piano l’attore ha però ritrovato la fiducia nella vita e in Dio: “Quando muore un figlio la vita cambia completamente. Ma se uno ha fede, riesce ad andare avanti e ad accettare che la vita è così

Leggi anche -> John Travolta, sui social la dolce dedica per ricordare il figlio morto commuove

Leggi anche -> Laura Boldrini, operata di tumore:” Il dolore è veramente forte”

Come ha reagito al lutto il fratello minore Adriano

Diverso invece è stato per il fratello Adriano che, all’epoca ancora 17enne, ha reagito al lutto in maniera più istintiva e ribelle, come forse ogni adolescente farebbe. Il figlio di Giannini, che ha seguito il padre nella professione d’attore e che oggi ha quasi 50 anni, lo aveva raccontato a “Grazia” qualche tempo fa. “Mio fratello se ne è andato quando ero in un’età molto delicata. Era l’ultimo anno di scuola. La mia prima reazione è stata quella di sostenere l’esame di maturità e poi andarmene via dalla casa dove ero cresciuto“, ha ammesso. Ma tutto è bene quel che finisce bene e, dopo l’iniziale fase di ribellione, anche il fratello del ragazzo scomparso ha cominciato ad accettarne l’assenza, anche se il dolore, anche a distanza di così tanti anni, è ancora tanto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Adriano Giannini (@adrianogiannini)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui