Regina Elisabetta, la solitudine dopo gli ultimi giorni con Filippo, la sua “roccia”

0
80

Dopo la scomparsa del principe Filippo, la regina Elisabetta è sola senza il marito, la sua “forza” e la sua “roccia“, una mancanza che niente e nessuno potrà mai colmare. Ecco il racconto degli ultimi giorni di vita del coniuge, dopo 73 anni passati a fianco della regina.

Regina Elisabetta e Filippo

Ha scelto di morire a casa il principe Filippo, nel suo castello di Windsor e vicino alla moglie Elisabetta, invece che finire la sua vita in una clinica. Questo è stato il volere del marito della regina, che adesso però senza di lui è sola. Al suo fianco non ci sarà più la sua “roccia”, e il vuoto da colmare è grande. E intanto dai media inglesi spunta il racconto degli ultimi giorni di vita del principe.

L’affetto del popolo britannico

Il dolore è tanto e non solo per i familiari: la scomparsa del principe Filippo ha causato grande commozione in tutto il popolo inglese. Nonostante le restrizioni anti-Covid, Buckingham Palace e il castello di Windsor negli ultimi giorni si stanno riempiendo di fiori lasciati in omaggio dai cittadini inglesi per onorare la memoria del principe, recentemente scomparso per una complicanza cardiaca. Nella giornata del 9 aprile Filippo ha lasciato i suoi cari, terminando la sua esistenza dopo ben 99 anni di vita, 73 dei quali passati al fianco della sua amata consorte, la regina Elisabetta.

L’amore della regina Elisabetta

È stato, molto semplicemente, la mia forza e la mia roccia ed è rimasto per tutti questi anni, e io, tutta la famiglia, e questo come molti altri Paesi, abbiamo con lui un debito più grande di quanto lui avrebbe mai rivendicato o di quanto mai sapremo“, sono le parole colme d’affetto con le quali queen Elizabeth ha salutato, per l’ultima volta, il suo Filippo. Il messaggio, pubblicato sui social della Royal Family, ha raccolto l’affetto delle persone di tutto il mondo.

Regina Elisabetta e Filippo

Il dolore è tanto e coinvolge, appunto, il mondo intero. Ma non è equiparabile a quello che sta provando la regina Elisabetta che di colpo, dopo una vita di condivisione, si ritrova sola a sorreggere tutto il peso della monarchia. Soprattutto dopo l’ultimo periodo che aveva visto i due reali riavvicinarsi. Da quando tre anni fa Filippo era andato in pensione i due coniugi vivevano due vite parallele: il principe in campagna a Sandrigham si dedicava ai suoi hobbies, mentre la regina invece aveva scelto di proseguire la solita vita in città.
A riunirli ci aveva pensato il Covid, che li aveva “costretti” in isolamento insieme nel castello di Windsor. Proprio in questo ultimo anno tra i due era nata di nuovo e anzi più forte quella complicità indissolubile, che adesso fa sentire ancora più sola Elisabetta. I familiari stanno cercando di stare il più possibile vicino alla vedova per evitare che questo accada: il primo a farle visita sabato 10 aprile è stato il figlio Andrea, seguito dal fratello minore Edoardo con la moglie Sophie, ma con la pandemia di Covid è molto difficile fare sentire la propria presenza alle persone care.
A far quotidianamente compagnia a queen Elizabeth però ci sono la sua assistente personale Angela Kelly e il paggio Paul Whybrew, che aiutano la 94enne nelle mansioni di tutti i giorni.

Principe Filippo, l’ultimo saluto ai propri cari

Filippo se ne è andato nella notte del 9 aprile, riuscendo però nei giorni precedenti a salutare tutti i figli che, vaccinati e “distanziati”, gli hanno porto i loro ultimi saluti. Il saluto finale è stato riservato solo a loro, però, perché – come fanno sapere i giornali inglesi – i nipoti e i pronipoti ancora non avevano ricevuto la prima dose del vaccino contro il Covid-19.

La volontà di Filippo: “Non voglio morire in una clinica”

Una magra consolazione per la regina è quella di aver seguito il volere di Filippo. Secondo quanto affermato dai media inglesi infatti il reale non voleva morire in ospedale. Anche per questo motivo Elisabetta si è opposta ad un suo ricovero quando le condizioni del principe si sono velocemente aggravate, nella notte di giovedì, nonostante questo fosse consigliato dal medico.

Il duca di Edimburgo si trovava nel suo castello di Windsor insieme alla moglie quando ha avuto una nuova ricaduta. Ma la regina ha voluto seguire le volontà del marito. “Voglio morire in casa, non nel letto di una clinica“, aveva infatti affermato Filippo. Così la decisione è stata quella di far trascorrere al 99enne le ultime ore della sua vita nella propria abitazione, in compagnia della donna che l’ha accompagnato con fedeltà e pazienza in tutta la sua vita e che con altrettanta dolcezza lo ha accompagnato negli ultimi istanti della sua vita.

Leggi anche -> Principe Harry, partenza imminente per i funerali del nonno Filippo. E Meghan?

Leggi anche -> Principe Filippo, inizia il protocollo funebre: abiti a lutto per un mese e lettere bordate di nero

In onore del defunto il ministero della Difesa del Regno Unito ha affermato che saranno sparati a salve 41 colpi insieme ogni minuto a partire da mezzogiorno nelle principali città inglesi tra cui Londra, Edimburgo, Cardiff e Belfast e Gibilterra, unitamente alle navi da guerra della Royal Navy. I funerali si terranno invece il prossimo week-end, con la partecipazione tanto discussa del nipote Harry che è volato a Londra dalla California per non mancare alla cerimonia.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da The Royal Family (@theroyalfamily)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui