Marta, 35 anni, mamma di due bambine, ha chiamato il marito: “Il mio cuore si sta fermando”

0
1336
Fonti ed evidenze: Corriere della Sera

Marta Slaviero aveva 35 anni e due bambine, mentre era nella sua casa a Malo nel vicentino, ha sentito il suo cuore rallentare ed ha chiamato il marito per chiedere aiuto.

Marta Slaviero/Facebook

Muore a 35 anni Marta Slaviero, 35 anni, di Malo un comune nella provincia di Vicenza. La donna era madre di due bambine ed era una ex insegnante di asilo. Durante la notte tra sabato e domenica ha sentito che qualcosa non andava, ha svegliato il marito Sandro Mattiello dicendogli  «Il mio cuore si sta fermando». L’uomo ha subito tentato di soccorrerla ed ha chiamato immediatamente il 118 ed il Servizio Sanitario di Urgenza ed Emergenza Medica al 112 per ricevere soccorso immediato. I paramedici arrivati presso l’abitazione hanno tentato di tenere alti i battiti del cuore della donna, che dopo poco hanno cominciato a ed i tentativi di rianimazione sono continuati anche durante la corsa all’ospedale nella vicina Santorso, ma purtroppo hanno dovuto constatarne il decesso.

Marta era mamma a tempo pieno di due bambini di tre e sei anni e da tempo era sotto controllo per alcuni problemi cardiovascolari. Era istato fissato un intervento che la donna avrebbe dovuto fare a breve, ma niente avrebbe fatto presagire un’aggravarsi così repentino. Marta si è resa conto di quello che stava succedendo ma non è stato sufficiente. La famiglia si è chiusa nel dolore dell’improvvisa tragica perdita e vicina a loro si è stretta la comunità. Anche il sindaco di Malo, Moreno Marsetti ha espresso parole di cordoglio per la perdita della giovane madre. Marta “ha saputo farsi volere bene” ha ricordato il sindaco e nella memoria di tutti c’è il suo sorriso sempre solare ed uno sguardo comprensivo e rassicurante. Marta era originaria di un paese vicino e conosciuta da tutti anche perchè il marito Sandro aveva giocato a calcio per tanto tempo nelle squadre del Vicentino, e le condoglianze sono  arrivate anche dal mondo dello sport locale. La famiglia ha richiesto l’autopsia per sapere quali sono state le ragioni della prematura morte.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui