Michele Quintiero muore un’ora e mezza dopo aver ricevuto il vaccino Pfizer

0
811
Fonti ed evidenze: Corriere del Mezzogiorno, Riformista

Michele Quintiero, Vigile Urbano di 62 anni originario di Vibonati, in Provincia di Salerno, è morto ieri sera poco dopo aver ricevuto una dose del vaccino anti-Covid prodotto dall’azienda statunitense Pfizer. 

Salerno, Michele Quintiero muore dopo vaccino Pfizer
Michele Quintiero/Facebook

 

Ai numerosi casi di morti sospette successive alla somministrazione del vaccino anti-Covid AstraZeneca si aggiunge un nuovo, preoccupante episodio, relativo questa volta ad un altro trattamento: quello realizzato da Pfizer-BioNTech. La notizia arriva da Sapri, in Provincia di Salerno, dove i Carabinieri stanno indagando sulla morte di Michele Quintiero, sessantaduenne Vigile Urbano originario di Vibonati, colpito ieri sera da un improvviso malore. L’uomo, sentitosi male attorno alle 20:30, aveva ricevuto circa un’ora e mezza prima una dose del vaccino prodotto dall’azienda farmaceutica statunitense.

I militari dell’Arma, guidati dal Capitano Matteo Calcagnile, hanno immediatamente ascoltato il medico che aveva inoculato il siero al Vigile Urbano insieme al responsabile del servizio vaccini e al medico di base di Michele Quintiero. I Carabinieri hanno inoltre acquisito l’elenco di pazienti cui, nelle ore e nei giorni precedenti al decesso dell’uomo, erano state somministrate dosi di vaccino Pfizer provenienti dallo stesso lotto di produzione: si tratta in totale di circa 90 persone. Tra queste figurano diversi ultraottantenni che hanno già ricevuto la dose di richiamo del siero. Secondo le informazioni raccolte fin qui, comunque, nessuno di loro avrebbe manifestato disturbi. Intanto la Procura di Lagonegro ha disposto il sequestro della salma di Quintiero, sulla quale sarà nelle prossime ore effettuata l’autopsia.

Non è dimostrabile una relazione causale con la somministrazione del vaccino“, aveva spiegato già nella serata di ieri Rocco Calabrese, direttore sanitario dell’Ospedale di Sapri, precisando inoltre che la vittima “era affetta da patologie pregresse di natura metabolica e cardiocircolatoria“. Calabrese ha poi specificato come, anche nel caso di Quintiero, siano state seguite tutte le procedure previste: “A vaccinazione eseguita, sono stati rispettati i 15 minuti di osservazione, nell’arco dei quali lo stesso non ha lamentato nessun disturbo“.

Intanto, la notizia della morte di Michele Quintiero ha scosso tutta la comunità di Vibonati, con il sindaco Franco Brusco che ha prontamente voluto esprimere il cordoglio proprio e di tutta l’amministrazione per la perdita: “ Michele non era solo un vigile urbano, ligio al suo dovere, ma era soprattutto un amico, una persona semplice, disponibile su cui si poteva sempre contare“, si legge sulla pagina ufficiale del Comune di Vibonati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui