Una madre ed una figlia uccise a colpi di roncola, un uomo impiccato. Orrore a Taranto

0
127
Fonti ed evidenze: Corriere della Sera, Fanpage

Un uomo di Massafra in provincia di Taranto, Antonio Granata, ha attaccato due membri della famiglia con un coltello prima di togliersi a sua volta la vita.

Antonio Granata 16 Marzo 2021 leggilo.org-2
Getty Images/Franco Origlia

Un tragico episodio di omicidio-suicidio, così si è conclusa a Massafra in provincia di Taranto l’ennesima tragedia familiare occorsa nel nostro paese. L’autore del gesto, un uomo di nome Antonio Granata, era ricercato dai Carabinieri che intendevano arrestarlo per un interrogatorio. Gli agenti però lo hanno ritrovato già privo di vita. E’ successo tutto il 15 marzo nel pomeriggio nella casa in cui Antonio Granata risiedeva da tempo con alcuni familiari: L’uomo, al culmine di una lite con la moglie, avrebbe impugnato un paio di lunghe forbici per poi colpire alla gola la consorte. Per la donna – Carolina Bruno di 65 anni – non c’è stato scampo. Il raptus omicida dell’uomo però non si è fermato: il pensionato ha infatti rivolto l’arma improvvisata verso la suocera Addolorata Carano di ben 92 anni, pugnalando a morte anche lei con un secondo fendente diretto alla gola della donna. Per ragioni ignote, l’uomo si è poi procurato una grave ferita alla testa di sua stessa volontà prima di avvertire il 112 del suo gesto criminoso e di darsi alla macchia.

Immediatamente, gli agenti hanno diramato un mandato di cattura nei confronti dell’uomo che è stato ritrovato proprio oggi privo di vita da alcuni militari in servizio. I Carabinieri riferiscono che Antonio Granata non si era allontanato molto dal luogo del delitto: l’uomo ha infatti terminato di sua volontà la fuga presso Palagiano, a pochi chilometri dal comune di residenza del suo nucleo familiare. Il pensionato avrebbe deciso di impiccarsi, forse ancora per un raptus di violenza o per il rimorso di quanto commesso: a ricostruire gli ultimi momenti dell’uomo saranno ora le indagini che stanno andando avanti in queste stesse ore. Antonio e Carolina vivevano con la madre della donna da quando la coppia di anziani aveva perso il proprio domicilio all’asta. I vicini hanno spiegato che però la convivenza era tutt’altro che tranquilla: “I litigi? Erano all’ordine del giorno”riferiscono le persone che vivevano nella stessa palazzina della famiglia. I casi di violenza domestica come questo sono sfortunatamente in aumento da mesi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui