Incidente sulla A3, un uomo tenta di soccorrere Vincenzo, viene travolto e muore

0
129
Fonti ed evidenze: Messaggero, NapoliToday

Un terribile incidente sull’autostrada A3 Napoli-Salerno ha visto coinvolti diversi mezzi, tra cui la motocicletta a bordo della quale viaggiava il centauro Vincenzo Novi. 

Sbalzato via dalla moto, Vincenzo è morto a 31 anni
Vincenzo Novi/Facebook

Ancora un grave incidente stradale, dopo la tragedia che aveva insanguato il giorno di San Valentino con la morte di Marika Donnarumma. Lo scontro, questa volta, si è verificato sull’autostrada A3 Napoli-Salerno e ha visto coinvolto un motociclista, scontratosi con il suo mezzo con un altro veicolo, che avrebbe travolto improvvisamente il centauro. Una tragedia che ha portato con sé un ulteriore, drammatico evento. Vincenzo Novi, il motociclista di 31 anni coinvolto nell’incidente è morto dopo lo schianto con l’auto ma, poco dopo, mentre i soccorritori cercavano di salvargli la vita, un altro mezzo ad alta velocità ha travolto uno degli operatori, un cinquantanovenne morto sul colpo, mentre la donna che guidava la prima auto, rimasta coinvolta anche in questo secondo incidente, è ora ricoverata all’Ospedale del Mare e le sue condizioni vengono definite gravi. La morte di Vincenzo Novi, conosciuto in tutta la zona soprattutto nell’ambiente degli appassionati di motociclette, ha scosso profondamente la comunità.

Lo schianto è avvenuto all’altezza dell’uscita Ercolano Scavi verso le ore 14 di domenica: Vincenzo Novi procedeva sulla sua moto in direzione di Napoli quando, in una dinamica che rimane da accertare, avrebbe colpito un’auto che lo precedeva: lo scontro ha fatto perdere il controllo del mezzo al trentunenne, che è stato sbalzato via dalla motocicletta precipitando violentemente sull’asfalto. Per lui non c’è stato nulla da fare: i tentativi di rianimarlo sono risultati vani e, proprio durante queste fasi, si è verificato il secondo, drammatico incidente costato la vita ad uno dei soccorritori: un’altro veicolo, infatti, sopraggiungendo ad alta velocità avrebbe travolto il mezzo di soccorso, posizionato a bordo strada, che sarebbe poi finito a travolgere sia l’uomo che la guidatrice della prima auto – rimasta illesa dopo l’incidente con Novi – uccidendo il primo e costringendo la seconda a un ricovero d’urgenza.

Soltanto pochi giorni fa, a Roma, un altra persona era morta dopo essere stata investita da un’auto sopraggiunta a velocità elevata: è il caso di Domenico Proto.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui