Lorenzo, infermiere di 24 anni, torna a casa dal lavoro. L’incidente è tremendo

0
362
Fonti ed evidenze: Fanpage, Resto del Carlino

Lorenzo Campanini, infermiere di 24 anni, è rimasto coinvolto in un grave incidente stradale mentre, con ancora indosso l’uniforme di lavoro, faceva ritorno a casa dopo aver prestato servizio. 

Cesena, dopo il turno da infermiere, Lorenzo è morto a 24 anni
Lorenzo Campanini/Facebook

 

Dopo aver concluso il suo turno di lavoro in ospedale, Lorenzo Campanini,  24 anni, originario di Cerezzola di Canossa, in Provincia di Reggio Emilia, è salito a bordo della sua auto per fare ritorno verso casa. Durante il tragitto, però, il ragazzo è rimasto coinvolto in un tremendo incidente lungo la superstrada E45 nel tratto compreso tra Ravenna e Cesena: per ragioni ancora da accertare, Lorenzo avrebbe improvvisamente sbandato, perdendo il controllo dell’auto e finendo per invadere la corsia opposta, lungo la quale viaggiava un tir. Lo scontro è stato tremendo e non ha lasciato scampo al ventiquattrenne, che ha perso la vita nell’incidente.

Lorenzo Campanini, infermiere in servizio sulle ambulanze della Pubblica Assistenza di Ravenna, stava facendo ritorno a Cesena – la divisa del lavoro ancora indosso – dove da poco aveva stabilito la propria residenza. L’impatto è stato tremendo: la vettura sulla quale viaggiava l’infermiere è rimasta coinvolta in una carambola che l’ha portata a ribaltarsi completamente, uccidendo il giovane. Inutili si sono rivelati tutti i tentativi dei soccorritori del 118 accorsi sul posto: quando Lorenzo è stato liberato dalle lamiere della vettura – grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco – per lui era ormai troppo tardi.

L’incidente è avvenuto al chilometro 247 della E45, all’altezza di Borgo Faina, dove la corsia si restringe per lavori in corso. Dopo aver invaso la corsia opposta, il veicolo dell’infermiere – una Volkswagen Golf – ha colpito lo spigolo di un tir: l’auto si è impennata, schiantandosi contro il parabrezza del mezzo pesante. Miracolosamente illeso, ma sotto shock, il camionista è stato soccorso dal personale medico arrivato sul posto.

Lorenzo Campanini era conosciuto e apprezzato, all’interno della comunità in cui viveva, soprattutto per la sua grande voglia e disponibilità nel mettersi al servizio dei più bisognosi d’aiuto: “Ti ricorderemo sempre, con il tuo sorriso disarmante, la tua contagiosa voglia di vivere, la passione in ciò che facevi. Sei l’amico, il figlio, il nipote, il collega che ognuno vorrebbe avere. Riposa in pace amico“, hanno scritto, in sua memoria, i volontari della Croce Rossa di Canossa, di cui Lorenzo faceva parte. “Ciao Lollo rimarrai sempre con noi. Un dolore grandissimo per tutti“, scrive invece la Pubblica Assistenza di Ravenna.

Un incidente stradale che non fa che aggravare il bilancio delle vittime della strada in questo inizio di 2021, nel quale hanno perso la vita già molte persone: tra queste Emanuele, coinvolto in un incidente mortale la cui dinamica rimane da accertare, e Federica, travolta – come Lorenzo – da un mezzo pesante.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui