Passa quattro incroci con il semaforo rosso, 6000 euro di multa ai genitori di un minorenne

0
107
Fonti ed evidenze: Agi, Fanpage

A Torino un ragazzo di sedici anni, alla guida di un’auto senza patente, ha attraversato quattro incroci con semaforo rosso per tentare di sfuggire a un controllo da parte della Polizia Locale. 

Getty Images/ Marco Di Lauro

 

L’ebrezza di guidare prima del tempo, forse la convinzione di poterla fare franca e sfuggire ai controlli. Devono essere state queste le ragioni all’origine del comportamento di un ragazzo di sedici anni che, nei giorni scorsi, è stato sorpreso alla guida di un’auto – naturalmente senza patente – dagli agenti della Polizia Locale del capoluogo piemontese. Il giovane, che viaggiava a bordo di una Ford Fiesta, aveva con sé altre due persone – una ragazza e un bambino: tutti, rigorosamente, sprovvisti di cintura di sicurezza.

L’aspetto particolarmente giovanile deve aver tradito il sedicenne, alla cui vista i Vigili si sono insospettiti e, secondo le ricostruzioni fornite dal Comando, nel momento in cui uno degli agenti avrebbe intimato al ragazzo di fermarsi per un controllo, questi avrebbe tentato una disperata fuga e, nel tentativo di allontanarsi il più velocemente possibile dal posto di blocco, avrebbe attraversato quattro incroci nonostante il semaforo rosso. Manovre pericolosissime, che oltre a mettere a repentaglio l’incolumità propria e dei due passeggeri a bordo della Fiesta, avrebbero potuto risultare pericolose anche per altri automobilisti presenti in zona. A questo si aggiungono, sempre secondo la Polizia Municipale, un numero imprecisato di incroci in cui il sedicenne, preso dalla fretta di sfuggire al controllo, avrebbe omesso di cedere la precedenza alle auto accorrenti da altre direzioni.

Dopo un breve inseguimento, i Vigili sono riusciti a fermare l’auto del giovane e dai controlli e le domande fatte al ragazzo sarebbe emerso che il sedicenne aveva preso l’auto dopo che i genitori erano scesi dalla vettura per svolgere una commissione. Il ragazzo, convinto che nessuno si accorgesse della bravata, avrebbe quindi deciso di provare il brivido di guidare un’auto prima del tempo, ma l’incontro con la Polizia locale ha trasformato il suo progetto in un bel problema per la famiglia, visto che gli agenti hanno emesso nei suoi confronti una sanzione di 6.000 euro per via delle numerosi infrazioni stradali commesse. A bordo dell’auto, insieme al pilota sedicenne, anche la sorella maggiore che, secondo quanto affermato dal ragazzo, lo avrebbe istigato a tentare la fuga per non sottoporsi al controllo dei Vigili.

Un comportamento irresponsabile e pericoloso che, come detto, avrebbe potuto portare a ben più gravi conseguenze, come avvenuto, nel giugno 2019, a Pesaro, quando un incidente causato da una persona alla guida dell’auto senza patente causò la morte di tre persone. Fortunatamente in questo caso la corsa del sedicenne si è conclusa soltanto con una multa: sono già molti gli incidenti mortali che hanno insanguinato questo primo scorcio di 2021. Tra questi, pochi giorni fa, lo scontro costato la vita a Marika Donnarumma.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui