Francesco Sarcina, una vita di eccessi: “Ho sniffato le ceneri di mio padre”

0
727

Francesco Sarcina si racconta senza filtri nel libro Nel Mezzo e parla dei suoi eccessi facendo una rivelazione scioccante

francesco sarcina

Dopo la lunga intervista a Verissimo, Francesco Sarcina ha voluto raccontarsi a 360 gradi nel libro Nel mezzo. Una vita, la sua, fatta di eccessi e di tante difficoltà che fortunatamente lo hanno aiutato a crescere. Il cantate delle Vibrazioni è sempre stato uno spirito libero, motivo per cui da ragazzo ha deciso di lasciare la periferia di milano per inseguire il suo sogno, ovvero diventare un cantante. Nella lunga autobiografia, l’artista ha parlando anche della sua famiglia e del rapporto che aveva con suo padre. E proprio su quest’ultimo ha raccontato qualcosa di davvero scioccante.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Francesco Sarcina (@frasarcina)

 

 

Francesco Sarcina e le sue dipendenze

Francesco Sarcina ha raccontato che spesso si è trovato di fronte alla morte e che è riuscito a salvarsi dopo aver scoperto di avere un tumore. L’alcool, la droga e le donne lo hanno travolto portandolo quasi alla distruzione. Fortunatamente, però, a dargli forza i suoi due figli ma anche l’amico J-Ak che lo ha aiutato ad uscire dal tunnel della droga.

Il cantante ha spiegato che la sua è stata un’adolescenza particolare. Era ragazzino veloce e agile. Usciva di casa con i suoi amici, in giro tra auto motorini e pacchi di erba da portare. Ha parlato anche di un suo caro amico Dario, con il quale condivideva molto le sue giornate.

In quegli anni si è avvicinato anche alla musica e ricorda anche la prima volta che ha preso in mano la chitarra facendo finta che fosse già un grande artista.Sono rimasto folgorato dalla musica e precisamente nel 1989 da ‘Dr.Feelgood’ dei Mötley Crüe, ha concluso”.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Francesco Sarcina (@frasarcina)

Sarcina: La cocaina una droga che ti anestetizza

Francesco Sarcina ha parlato molto delle sue dipendenze, tra cui quella della cocaina. L’artista l’ha definita come un’anestetizzante spiegando che si è quasi distrutto appresso alla droga e all’alcool. “Non mi sento di colpevolizzare nessuno per le scelte che ho fatto. La cosa certa è che non avrei dovuto fare uso di certe sostanze perché non si è lucidi. Sono un sopravvissuto”.

Durante l’intervista ha parlato anche del suo papà, ammettendo quanto lo somigliasse. Come lui aveva due passioni: le donne e la musica. Suo padre è morto a causa di una malattia ma prima che le cose peggiorassero lo portò ad un suo concerto, dove rimase molto fiero del suo ragazzo.

Sarcina ha raccontato che le sue ceneri, dopo la morte, le ha gettate nel mare e a causa di un cambio di vento gli è accaduto un fatto strano. “Le sue ceneri mi sono finite in faccia, mi bruciavano le narici, gli occhi, avevo sniffato le ceneri di mio padre come è successo a Keith Richards dei Rolling Stones.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui