Formia, l’assassino d Romeo è già a casa. Per i giudici non voleva ucciderlo

0
14
Fonti ed evidenze: Corriere della Sera, RaiNews

Il Tribunale dei Minori di Roma ha confermato il Fermo per il sedicenne che avrebbe accoltellato a morte Romeo Bondanese, a Formia. L’aggressore andrà agli arresti domiciliari.

Romeo voleva difendere un amico, il suo aggressore ai domiciliari
Romeo Bondanese/Facebook

 

Procedono le indagini relative all’omicidio di Romeo Bondanese, ucciso da una coltellata che gli ha reciso l’arteria femorale durante una rissa scoppiata nel centro di Formia martedì scorso. Il fermato, di un anno più giovane di Romeo e ritenuto responsabile della coltellata mortale – insieme ad un altro coetaneo finora sfuggito alle ricerche degli inquirenti – verrà sottoposto agli arresti domiciliari dopo che nella giornata di ieri i giudici del Tribunale dei minori di Roma hanno deciso di convalidare il fermo emesso nei suoi confronti. Il ragazzo sarebbe stato accusato dagli inquirenti di omicidio preterintenzionale e lesioni gravi. In pratica, per la Procura, l’assassino di Romeo non intendeva uccidere.  “Sono indignata. Arrabbiata. Non c’è stato nessun rispetto della nostra famiglia. Romeo a casa non c’è, il suo corpo è ancora sequestrato. Apprendere che questo ragazzo è ai domiciliari ci fa male” ha detto all’agenzia Agi dalla zia di Romeo Bondanese in merito alla scarcerazione “Se al posto di mio nipote ci fosse stato il figlio del giudice come sarebbe andata? Sono schifata. Non è giustizia. Il suo aggressore aveva con se’ un coltello, non era in giro per una passeggiata“, ha aggiunto.

L’aggressore era stato fermato dalla Polizia di Latina soltanto poche ore dopo il delitto e apparteneva a un gruppo di ragazzi arrivati a Formia per trascorrere il martedì grasso. Dopo una lite per futili motivi, il sedicenne si sarebbe ripresentato con un complice nella zona dove la vittima e i suoi amici stavano chiacchierando – nei pressi del McDonald’s – a bordo di uno scooter: gli insulti, gli spintoni, e, secondo queste iniziali ricostruzioni, il tentativo del ragazzo di difendere un amico

Importanti novità potrebbero arrivare anche dall’autopsia sul corpo di Romeo Bondanese, fissata per la giornata di oggi: secondo i primi accertamenti medico – legali, il ragazzo sarebbe morto in conseguenza della grande quantità di sangue perso dopo le coltellate ricevute. Una circostanza che ha reso più dolorosa la morte del giovane per lo zio, convinto che se i presenti -avessero cercato di tamponare le ferite limitando la perdita di sangue, Romeo si sarebbe probabilmente potuto salvare.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui