Guidonia, barista ha un appuntamento in un parcheggio isolato: finisce accoltellata

0
205
Fonti ed evidenze: Leggo, RomaToday

Una donna di 47 anni, Tania Pampana, è stata ritrovata nella propria auto, a Guidonia, dopo essere stata accoltellata al petto. 

Guidonia, barista accoltellata
Gianluca Chininea/Getty Images/Archivio

Giallo alle porte di Roma, dove ieri pomeriggio, in una stradina di campagna nel comune di Guidonia, i Carabinieri hanno ritrovato – dopo una segnalazione per aggressione ricevuta intorno alle 16 – una donna, ferma nella propria auto in un parcheggio isolato. La signora, Tania Pampana, quarantasette anni, era esanime all’interno dell’abitacolo della sua Smart, dopo essere stata accoltellata al petto. Ora le sue condizioni sono gravissime: la donna, dopo aver subito un’operazione d’urgenza subito dopo la corsa in ospedale, lotta tra la vita e la morte.

La segnalazione ricevuta dai militari faceva riferimento a un’aggressione avvenuta in via Cialdini, a Villanova di Guidonia: arrivati sul posto, i Carabinieri hanno notato l’ingente quantità di sangue che la quarantasettenne aveva perso in conseguenza del violento fendente subito dal proprio aggressore. Secondo le prime ipotesi formulate da chi indaga, la donna si trovava in quella zona isolata perché lì doveva incontrare la persona che poi l’ha aggredita. L’intenzione di chi ha colpito Tania era di uccidere: su questo gli inquirenti non hanno dubbi, tanto che è stata aperta un’indagine per tentato omicidio, al momento contro ignoti.

La quarantasettenne lavora come barista in un locale della zona ed era già conosciuta dalle Forze dell’Ordine. I Carabinieri stanno procedendo a vagliare dettagliatamente tutte le sue conoscenze e gli ultimi contatti precedenti all’aggressione e nessuna ipotesi, al momento, può essere esclusa: dal regolamento di conti alla violenza dettata da motivazioni di carattere passionale.

Quel che è certo è che le coltellate inferte alla donna non avevano il solo scopo di spaventarla: sarebbero bastati tre centimetri più in alto affinché il fendente trafiggesse il cuore della donna, uccidendola. Ora dallo staff medico che ha eseguito l’operazione d’urgenza trapela un discreto ottimismo circa le possibilità di recupero della vittima, la cui prognosi resta tuttavia riservata, anche perché – dal momento della coltellata a quello del ricovero – il tempo trascorso ha fatto sì che la donna perdesse una importante quantità di sangue.

La priorità, dunque, per il momento è garantire il pieno recupero fisico della vittima che, una volta dichiarata fuori pericolo dal personale medico verrà ascoltata dai Carabinieri per cercare di ricostruire l’accaduto e raccogliere preziose informazioni circa l’aggressore. Un fatto purtroppo non del tutto nuovo nella zona di Guidonia, visto che soltanto due giorni fa, nella serata di lunedì, una coppia di coniugi era stata ferita da un vicino di casa – dopo una lite – con un colpo di mannaia.

Quello di Tania Pampana è soltanto l’ultimo fatto di cronaca proveniente dall’area della Capitale: nei giorni scorsi due gravi incidenti stradali erano costati la vita a Marika Donnarumma e a Emanuele Lenzoni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui