Alcolismo e cene presidenziali: Rocco Casalino racconta quando suo padre si augurava che morisse

0
247
Fonti ed evidenze: Corriere della Sera, Giornale

Ormai destinato alle dimissioni, l’ex portavoce del premier Giuseppe Conte Rocco Casalino si racconta in un’inedita autobiografia.

Casalino autobiografia 12 febbraio 2021 Leggilo.org2
Getty Images/Alberto Pizzoli

Dall’infanzia segnata dall’alcolismo del padre e le tremende notti chiuso in stanza alle cene con i maggiori leader mondiali: Rocco Casalino annuncia così la sua autobiografia, scritta dall’ormai ex portavoce del premier Giuseppe Conte che suona come un canto del cigno dopo le indiscrezioni che danno per escluso da un futuro Governo Draghi il politico. Nella sua autobiografia, Casalino ha annunciato di voler parlare del percorso che lo ha portato all’ambita posizione di portavoce del Presidente della Repubblica, descrivendolo come: “Un percorso dettato dalla voglia di rivalsa”. 

Alcuni aspetti della vita del politico sono già noti ai più: su Casalino vennero puntati i riflettori in negativo nel corso del 2020 quando fu reso noto che lo stipendio del portavoce di Conte era superiore a quello del premier stesso. Casalino venne accusato in più occasioni dai suoi critici e detrattori di non essere adatto al ruolo – in quanto ex partecipante ad un reality show, il Grande Fratello – e di avere uno stipendio fin troppo elevato. Adesso, nella nuova autobiografia, viene però fuori un aspetto inedito e più nascosto della vita del portavoce di Palazzo Chigi. Casalino racconta di essere cresciuto con un padre alcolizzato e violento, spesso aggressivo nei suoi confronti, costretto a dormire nella vasca da bagno per sottrarsi alle violenze: “Muori, devi morire”fu l’addio di Casalino a suo padre quando una malattia lo ridusse in fin di vita. “Pronunciai quelle parole senza rabbia, con fermezza”, racconta nel libro il politico. La sua rivalsa passa anche tramite il superamento del bullismo a scuola: “Sogno che tornino a casa la sera dal lavoro, si siedano a tavola, accendano la televisione, mi vedano. E gli caschi la faccia nel piatto della zuppa”, scrive Casalino parlando dei ragazzi che lo maltrattavano in giovane età. Nell’autobiografia da 250 pagine – a detta del portavoce – ci saranno anche indiscrezioni sulla sua esperienza a Palazzo Chigi e sulle cene di lavoro con Angela Merkel, Donald Trump e tanti altri leader mondiali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui