Bari, un altro bambino trovato impiccato nella sua cameretta. Aveva solo 9 anni

0
1452
Fonti ed evidenze: Republica, Fanpage

Dopo il dramma che ha colpito Antonella Sicomero, a Bari un altro bambino è stato trovato impiccato. I Carabinieri temono un caso di emulazione.

Bambino Bari 25/1/21 Leggilo.org
Getty Images/Filippo Monteforte

La drammatica morte della piccola Antonella, la bimba di Palermo che si è tolta la vita con una cintura per una sfida sul social Tik Tok potrebbe non essere un caso isolato: a Bari, un bambino di appena nove anni è stato ritrovato impiccato nella sua cameretta. Pur non avendo ancora trovato prove schiaccianti, i Carabinieri ed in particolare la Procura dei Minori di Bari sono convinti che il caso sia in qualche modo legato alla tragedia di Palermo, un caso che ha lasciato letteralmente senza parole l’intero paese: “Al momento non abbiamo elementi che colleghino questo episodio a giochi online, ma sicuramente c’è un problema con questi giochi che stanno circolando, da tempo ormai”, ha detto il magistrato Ferruccio De Salvatore che sta seguendo il caso.

La tragedia è avvenuta nel quartiere di San Girolamo a Bari dove i genitori del bambino hanno fatto la tremenda scoperta: l’arrivo tempestivo degli operatori del 118 non è bastato perchè il bimbo era ormai morto all’arrivo dei soccorsi. Al collo della vittima è stata trovata una corda: pur ribadendo di non avere ancora in mano elementi certi, il pm incaricato del caso ha disposto il sequestro di tutti gli strumenti multimediali in casa, smartphone per primi, se non altro per ricostruire gli ultimi minuti di vita del bimbo. De Salvatore ha commentato con queste parole la tesi sostenuta dai Carabinieri che stanno indagando, ossia che il bambino si sia tolto la vita: “Molti giovani, soprattutto adolescenti, si sono rinchiusi in se stessi e sono diventati aggressivi con se stessi e gli altri. Sono aumentati i casi di cutting, cioè il taglio degli arti con lamette, e i tentativi di suicidi che coinvolgono fasce d’età sempre più basse”, una situazione – per il procuratore – esasperata dalla pandemia e da tutto ciò che ne è conseguito.Che si tratti di una folle challenge su Tik Tok creata da persone senza scrupoli o di un caso di suicidio – fenomeno purtroppo in aumento durante il lockdown – questa tragedia a detta del magistrato evidenzia le conseguenze che questo periodo di incertezza e difficoltà sta avendo anche sulle fasce di età più sensibili nel nostro paese.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui