Morto in pochi giorni e non si capiva il motivo. Era stato graffiato da un pipistrello

0
139
Fonti ed evidenze: Ansa, Messaggero

E’ stato confermato un raro caso in cui il morso di un pipistrello è stato fatale. L’animale era stato anche considerato un vettore del Coronavirus.

Pipistrello covid 7_1_21 leggilo.org
Getty Images/John Moore

E’ stato ucciso da un morso o forse da un graffio provocato da un pipistrello comune l’uomo di sessant’anni che è deceduto nell’agosto del 2019 per cause che fino a pochi giorni fa erano ancora sconosciute. L’importanza di questa notizia – stando all’Institu Pasteur che ha effettuato tutte le analisi e le ricerche del caso – sta nel fatto che è la prima volta nella storia della Francia continentale che una persona perde la vita per il morso di un pipistrello. Il mammifero volante è stato spesso al centro del mirino di medici ed esperti, accusato di essere il vettore primario di tante malattie mortali e non, prima tra tutte il Coronavirus: infatti, all’inizio della pandemia, alcuni ricercatori avevano supposto che una specie nativa dell’Asia dell’animale avesse consentito la mutazione del virus ed il successivo passaggio all’uomo – forse, tramite il consumo di una zuppa fatta con le carni dell’animale – un’ipotesi mai confermata da dati scientifici, almeno per ora.

Gli scienziati dell’Institut Pasteur hanno pubblicamente affermato che il passaggio di malattie tra pipistrelli ed esseri umani non è una cosa particolarmente comune: “Si tratta di un caso estremamente raro, quasi unico”ha dichiarato un portavoce dell’istituzione medica. Stando ai referti in possesso dei medici, l’uomo che ha subito l’aggressione dell’animale nel granaio della sua casa, è deceduto per encefalite un anno fa dopo aver mostrato sintomi molto gravi e preoccupanti del male: il virus responsabile di questa morte è l’European bat Lyssavirus 1 o EBLV-1, una malattia di cui il pipistrello europeo è portatore e che in casi molto rari – come hanno sottolineato gli esperti – si trasmette con un morso o un contatto con l’animale che porta ad un infezione del sangue. I Lyssavirus sono una categoria di microrganismi formati da un singolo filamento di RNA: il più famoso e pericoloso ceppo di questa famiglia di microrganismi è senz’altro quello conosciuto al secolo come virus della rabbia che – in mancanza di un vaccino – risulta letale in quasi tutti i casi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui