Morte Maradona, la testimonianza clamorosa di Raffaella Carrà: “Doveva farlo”

0
82

Morte Maradona, la testimonianza di Raffaella Carrà con parole che hanno commosso, ma anche una confessione che nessuno si sarebbe aspettato

Morte Maradona

Tanti i personaggi dello spettacolo e della televisione, ma anche del mondo dello sport e della politica che da tutto il mondo hanno voluto omaggiare il campione argentino scomparso lo scorso 25 novembre. In modo diverso, con messaggi televisivi o sui social, il ricordo del Pibe de Oro è stato forte e diretto. Anche in Italia ci sono stati tantissimi personaggi che hanno avuto il piacere di conoscere Diego, sia negli anni d’oro da calciatore che in seguito, quando aveva ormai smesso di deliziare il pubblico con le sue giocate. Personaggio seguitissimo anche fuori dal campo, vizi e debolezze a parte, l’ex campione argentino amava le belle donne, tanto che ci sono sparsi per il mondo tanti figli che poco alla volta ha anche riconosciuto. Anche se non tutti. Su questo argomento si è concentrata anche una sua vecchia amica, Raffaella Carrà, che in un intervista al Corriere della Sera non ha nascosto tutto il suo dolore per la morte di Diego. Morte che è stata improvvisa e che nessuno si sarebbe aspettato, con la notizia dall’Argentina che ha davvero addolorato milioni di persone legate a Diego. Anche la Carrà ha confessato di essere addolorata per quanto accaduto, raccontando poi vari aneddoti sulla vita del Pibe de Oro. Che a differenza di tanti detrattori, ha difeso anche se non ha mai condiviso alcuni comportamenti nella sua vita privata.

Morte Maradona

Morte Maradona che non smette di far parlare. Anche Raffaella Carrà, che negli anni è stata un’amica di Diego, ha parlato della sua amicizia con il campione argentino, ed ha voluto svelare alcuni retroscena, a partire da quello sul Festival di Sanremo che ha presentato. Parliamo del 2001, quando il campione argentino era ancora perseguitato dal fisco ad ogni rientro in Italia. La Carrà ha confessato che Diego avrebbe voluto partecipare al Festival insieme a lei. Ma che i suoi guai giudiziari glielo impedirono. “Eravamo amici, era un mascalzone ma generosissimo nonostante la sua vita pericolosa tra alcool e droga. Ma non potemmo farlo partecipare per i suoi problemi col fisco. Sarebbe stato meglio avere lui che Ceccherini”. Poi la Carrà ha voluto esprimere una sua opinione in merito ai tanti figli sparsi per il mondo che l’argentino nel corso degli anni ha riconosciuto nella gran parte. Ora purtroppo partirà la telenovela dell’eredità. Ma dico io, benedetto uomo, non poteva usare il condom? Continuano a venire fuori figli illegittimi. Che cavallo pazzo Diego, ma di razza. Pura”. Parole che suonano come polemiche, ma anche di ammirazione per un uomo che ha si sbagliato, ma sempre sulla sua pelle senza fare del male ad altre persone.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui