“Salvini mi ha querelata” dice Ilaria Cucchi. Ma il PM dà ragione alla sorella di Stefano

0
144
Fonti ed evidenze: Huffington Post, Ilaria Cucchi Facebook

Il leader leghista Matteo Salvini, a sua volta querelato da Ilaria Cucchi, risponde cercando a sua volta di portare in tribunale la donna, accusata di diffamazione.

Salvini sei uno sciacallo 24_12_20 Leggilo.org
Ilaria Cucchi Facebook

“Se dovrò andare a processo, lo farò a testa alta”, sono le parole con cui Ilaria Cucchi reagisce all’annuncio che l’ex Ministro degli Interni Matteo Salvini ha infine deciso di querelarla, segnando l’ennesimo capitolo di una battaglia legale che va avanti da quando il leader del Carroccio – appunto, allora rappresentante delle istituzioni – pronunciò alcune considerazioni sul caso Cucchi, giudicate “indelicate” dalla famiglia della vittima: in particolare, Cucchi aveva accusato Salvini di sciacallaggio nei confronti della morte del fratello: “Il caso Cucchi ci insegna che la droga fa male”aveva dichiarato il politico del Carroccio, scatenando la reazione della sorella della vittima che lo aveva apostrofato con il termine “sciacallo”. Il leader leghista inoltre si è successivamente rifiutato di scusarsi per tale frase. Proprio per questo appellativo, pronunciato dalla donna in quell’occasione, adesso Ilaria Cucchi rischia di finire in tribunale: “Mesi dopo mi è stato chiesto se per caso intendessi rettificare quelle dichiarazioni. Non l’ho fatto”, spiega in un post su Facebook la sorella di Stefano, per l’omicidio del quale sono stati condannati alcuni esponenti dell’Arma che lo avrebbero picchiato fino a causarne la morte, avvenuta alcuni giorni dopo.

Ilaria Cucchi non intende fare dietro front nemmeno di fronte alla querela da parte di Salvini che si costituisce come “parte offesa” nel procedimento penale. Dal canto suo, la Procura di Milano chiede l’archiviazione della querela con la seguente motivazione: “Le dichiarazioni rese da Ilaria Cucchi devono essere valutate nel loro complesso, alla luce del clima di continui e pregressi attacchi alla figura del defunto fratello”, si legge nel documento che giustifica l’offesa come una reazione esasperata di fronte ai numerosi attacchi subiti dalla famiglia della vittima nel periodo del processo ai Carabinieri poi condannati. Salvini stesso rischiava una querela da parte di Ilaria Cucchi proprio sulla base delle sue dichiarazioni in merito alla dipartita di Stefano e a successivi commenti sul fatto. Rimane da vedere se il politico deciderà di andare fino in fondo o se l’ennesimo capitolo di uno dei casi di cronaca nera più lunghi della recente storia legale italiana si concluderà con l’archiviazione della querela: da parte sua, la famiglia Cucchi si dice ormai incapace di sostenere ulteriori spese legali dopo una battaglia combattuta nei tribunali del paese per dieci lunghi anni. In ogni caso, la convocazione di fronte al Tribunale di Milano ha chiesto alle due parti della vicenda legale di comparire il 23 febbraio 2021.

 

Io e Matteo Salvini siamo stati citati davanti al tribunale di Milano il 23 febbraio alle ore 14.
Io come indagata e lui…

Posted by Ilaria Cucchi on Wednesday, December 23, 2020

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui