Il dolore di Diego Armando Jr, figlio di Maradona: “Voglio scegliere come piangere”

0
144

In un’intervista per Radio Crc il figlio di Maradona, Diego Jr, parla della tragica morte del padre: “Se ne è andato un pezzo della mia vita“.

Diego Armando jr figlio Maradona

Nell’intervista esclusiva con Ettore Petraroli e Antonio Esposito per “Radio Crc Targato Italia Diego Armando jr, figlio del celebre calciatore omonimo Maradona, si è raccontato senza filtri, parlando del rapporto con l’amato padre che ha potuto conoscere solo durante gli ultimi 5 anni della sua vita. Ecco il suo racconto di come è venuto a sapere della triste notizia, ma con un rammarico: non essere riuscito a salutarlo per l’ultima volta.

L’intervista a Radio Crc

Argomento dell’intervista è, ovviamente, la chiacchieratissima morte del famosopibe de oro“. Il ragazzo ha un rapporto particolare con il padre: è riuscito a conoscerlo solo una volta adulto. Infatti, nonostante il figlio fosse nato nell’86 dalla sua relazione extraconiugale con Cristiana Sinagra, è stato riconosciuto da Diego Armando Maradona solo circa 5 anni fa. Questo ha lasciato poco tempo ai due per conoscersi personalmente, anche se il piccolo Diego già da anni lo seguiva a distanza idolatrandolo.
Un grande dispiacere per Diego Armando Jr, come racconta lui stesso durante l’intervista, è stato quello di non essere riuscito a dare l’ultimo saluto al padre, morto lo scorso 25 novembre in Argentina. Il ragazzo infatti al momento della tragica morte si trovava ricoverato al Cotugno, l’ospedale di Napoli, a causa dell’aggravarsi dei sintomi da Covid. “Ho visto la morte in faccia due volte in pochi giorni. Il virus, la mancanza di respiro, il ricovero in ospedale, e poi la morte di papà“, ha detto si microfoni della radio. Diego Jr prosegue nel racconto spiegando anche come per lui il Covid sia stato una “mazzata pesante“, soprattutto il dover stare totalmente isolato da tutti in un momento così difficile anche dal punto di vista psicologico.

La notizia tramite una telefonata

Stavo guardando la televisione per far passare il tempo quando ho ricevuto una telefonata da un amico mio e di papà, un giornalista spagnolo“, racconta il ragazzo. È proprio da lui per primo che il figlio di Maradona ha appreso la notizia della scomparsa del padre. Ma ancora non ci credeva e pensava che la notizia non fosse fondata, a maggior ragione dopo le sue ripetute chiamate in Argentina alle quali nessuno rispondeva. Con la successiva chiamata da parte della moglie Nunzia, invece, è arrivata purtroppo la conferma: il padre era veramente morto.

Il rapporto con il padre

Il perdono da parte del figlio era già arrivato 5 anni fa appena i due si erano incontrati a Buenos Aires. “Mi piace pensare che nel tempo trascorso con lui sono stato felice“, ha raccontato Diego Armando Junior, continuando: “Mi sono reso conto che se n’era andato un pezzo della mia vita, faccio ancora oggi fatica a realizzare quanto successo“, mettendo l’accento su come il padre se ne sia andato troppo presto.

Leggi anche -> Mara Venier lascia Domenica In: “Una signorina scalpitante vuole prendere la sua conduzione”

Leggi anche -> Amici 20: Arisa rivela il retroscena segreto su Maria De Filippi, “Se lo merita”

Ho impiegato 29 anni e mezzo per recuperare questo legame, i 5 anni vissuti insieme non li dimenticherò mai. Io non volevo recriminare il passato e covare inutili rancori, dissi a mio padre che volevo costruire un futuro assieme a lui, partendo da zero”. Un futuro che purtroppo il ragazzo non potrà costruire mai, anche se Diego Armando Jr è comunque grato dei 5 anni che ha potuto passare con il padre. L’unico rammarico? Non essere stato presente all’ultimo saluto in Argentina a causa del Covid: “È stato un forte dolore personale. Non poter raggiungerlo in Argentina è stato l’aspetto più doloroso“. E a proposito dell’eredità non si sbilancia: “Voglio avere la libertà di scegliere come piangere mio padre. E credo che silenzio e poche parole siano il miglior rimedio ora“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui