Guardate, ci sono altri 1.000 morti in un solo giorno. Il nemico è il virus non le regole, dice Zingaretti

0
99
Fonti ed evidenze: SkyTG24, Fatto Quotidiano, Nicola Zingaretti Twitter

Il segretario Dem Nicola Zingaretti si esprime positivamente sulle chiusure previste per il periodo natalizio, affermando che il Governo Conte sta facendo bene.

Zingaretti 3 dicembre 2020
Nicola Zingaretti

Il Segretario del PD Nicola Zingaretti ha avuto diversi contrasti con il premier Giuseppe Conte negli ultimi mesi ma almeno per quanto riguarda le chiusure previste per il periodo natalizio si esprime positivamente, giudicando buono l’operato del Governo nella strutturazione del nuovo Dpcm. Niente spostamenti dal 21 dicembre al 6 gennaio tra Regioni e blocco dei confini comunali nei tre giorni di festa, queste sono le regole che vigeranno durante il periodo natalizio. Zingaretti ha commentato queste chiusure su Twitter, scrivendo queste parole: In 24 ore quasi 1000 persone sono morte a causa del Covid. Negli ultimi 15 giorni oltre 10.000. Rifletta chi non capisce quanto è importante tenere alta l’attenzione con regole rigorose per sconfiggere la pandemia”. A detta del Segretario Dem, il nemico rimane il virus e i cittadini – compresi quelli che si trovano in situazioni di gravissima difficoltà proprio a causa delle chiusure – non devono puntare il dito contro la gestione della pandemia da parte del Governo bensì contro il virus stesso: “Combattiamo insieme e uniti. Il nemico è il virus, non le regole“, conclude il Dem. 

Se almeno il capo di uno dei partiti al centro della Maggioranza appoggia Conte, a scendere sul piede di guerra sono invece i presidenti di numerose Regioni che – a differenza di Zingaretti – non sono d’accordo sulle chiusure. Si passa da chi ha promulgato un disegno di legge che sa molto di provocazione, come il Governatore Erik Lavevaz della Val d’Aosta, a chi ha semplicemente protestato a parole: “Mi rivolgo al premier Conte: cambi le norme sbagliate inserite nel decreto sulla mobilità comunale del 25, 26 e 1 gennaio”, protesta il capogruppo Dem Andrea Marcucci che si dice portavoce della volontà delle Regioni. Marcucci ha infatti concluso con queste parole la sua protesta: “Lo chiedono le Regioni e 25 miei colleghi senatori del Pd”. Il Decreto è dunque stato annunciato ufficialmente e l’interno ed l’esterno della Maggioranza stanno già iniziando a dividersi in due schieramenti, tra chi è d’accordo con il premier e chi reputa le chiusure troppo severe e dannose per le attività commerciali ancora in grado di lavorare.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui