Verissimo, Loredana Bertè shock: “Sono stata violentata a 17 anni”

0
262

Ha lasciato tutti senza parole Loredana Bertè che, durante l’ultima puntata di Verissimo, ha confessato di aver subito un abuso da giovane: ecco il racconto shock della cantante.

Loredana Bertè violentata a 17 anni

In occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, prevista per il 25 novembre, Loredana Bertè ha parlato della sua vita difficile alle telecamere di Verissimo, svelando tra le altre cose, di essere stata violentata quando era ancora minorenne. Ecco che cosa ha raccontato a Silvia Toffanin nel corso della puntata.

Una puntata dedicata alle donne

La puntata era interamente dedicata al tema della violenza sulle donne, argomento che la conduttrice di Verissimo aveva scelto appositamente in vista della ricorrenza della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, invitando in studio, per l’occasione, un parterre tutto al femminile formato da diversi personaggi del mondo dello spettacolo che potessero raccontare le loro esperienze. Tra questi Loredana Bertè, che ha lasciato senza parole sia coloro che erano in studio con lei, che i telespettatori a casa.

La vita difficile di Loredana Bertè

Dal rapporto complicato con i genitori, in particolare con il padre violento, incontrato nuovamente dopo lungo tempo solo per l’occasione della morte della sorella Mia Martini, alla brutta esperienza che la cantante si è trovata ad affrontare a 17 anni: Loredana Bertè ha ripercorso insieme a Silvia Toffanin le tappe più dolorose della propria vita svelando aneddoti inediti e tragici del suo passato tormentato.

Il padre violento

Una vita colma di violenza, a partire dall’infanzia: la cantante ha raccontato come da piccola avesse visto il padre picchiare spesso la madre, e non fermarsi nemmeno quando questa era incinta all’ottavo mese. “Ricordo le mattonelle del bagno sporche. Metteva Beethoven quando doveva picchiare qualcuno“, ha detto. La Bertè ricorda bene come nessuno della sua famiglia riuscisse a fare ragionare il padre, che a sua volta aveva vissuto questi traumi da piccolo. “Non ho avuto più rapporti con mio padre né con mia madre, l’ho rivisto 40 anni dopo, per il funerale di Mimì (Mia Martini)“, ha spiegato, aggiungendo come il padre in passato abbia picchiato molte volte anche lei, prendendola a calci e pugni all’obitorio, facendola addirittura cadere nella bara della sorella morta. “È stata una violenza che mai potrò dimenticare, fortunatamente adesso è morto”, ha dichiarato, lasciando sconvolta Silvia Toffanin, che è rimasta ancora più colpita dalle affermazioni che hanno seguito questo racconto doloroso.

Loredana Bertè violentata a 17 anni

Loredana ha poi continuato con il suo racconto, perché, forse, le violenze del padre non sono la cosa più brutta successa nel corso della sua vita. Spiega con fatica, infatti, come durante una tournée con Don Lurio ci fosse un ragazzo che la corteggiava portandole sempre un mazzo di rose. Un giorno i due sarebbero dovuti uscire a cena ma, con una scusa, il ragazzo l’ha portata in un luogo sperduto e l’ha violentata. “Sono riuscita a uscirne viva per miracolo“, ha commentato la cantante. L’avvenimento l’ha persino fatta finire in ospedale, ma lei ha raccontato con rammarico di non essere mai riuscita a denunciarlo per paura che la madre lo venisse a sapere e di subire l’ira anche da parte della famiglia: “Perché mi trovavo lì, anche se ho detto no. Non ho più voluto vedere uomini per anni, ha confessato la cantante, solo a 21 anni mi sono ripresa“.

Leggi anche -> George Clooney rivela: “Io, vittima dello scherzo di Brad Pitt al lago di Como”

Leggi anche -> 73 anni di matrimonio della regina Elisabetta e Filippo: le foto dell’anniversario in isolamento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui