“Le affermazioni di Morra sono volgari e violente” Vauro Sensi difende Jole Santelli

0
177
Fonti ed evidenze: Adnkronos , Tempo

Le dichiarazioni del Presidente della Commissione antimafia Nicola Morra non sono piaciute nemmeno al vignettista Vauro Senesi. Il Senatore rinnova le scuse.

Anche il vignettista Vauro Senesi – a sua volta protagonista di affermazioni molto discusse in passato – storce il naso di fronte alle parole di Nicola Morra, Presidente della Commissione antimafia, accusandolo di aver davvero passato il segno. Il riferimento è, naturalmente, alle parole del Senatore che ha attirato su di se una tremenda bufera mediatica dopo aver dichiarato che i calabresi: “Hanno la classe politica che si meritano”, in quanto “rei” di aver votato la scomparsa Jole Santelli pur sapendo che la donna combatteva da anni contro un tumore. Dichiarazioni molto pesanti che hanno offeso in primis la famiglia della defunta. La sorella di Jole Santelli, Roberta, ha recentemente accusato di insensibilità il Senatore pentastellato: “Si vergogni come uomo e come politico”.

Anche Vauro Senesi ha detto la sua opinione sulle parole di Morra, classificandole come volgari e violente: “Le affermazioni di Morra sono volgari e violente. Perchè la volgarità sta nel linguaggio e anche nel contesto in cui viene usato”. A suo dire, il grottesco e l’ironia sono elementi che appartengono alla satira, un tipo di comicità che però è riservata ad ambienti ben diversi da quelli istituzionali: “Quando quegli stessi ingredienti si trasferiscono in un contesto diverso, del potere politico e mediatico, il significato che ne emerge è stravolto in negativo, perché lì non c’è gioco, ma potere”. Il politicamente scorretto – aggiunge Vauro – dovrebbe appartenere a quei tipi di comicità che fanno leva appositamente sul grottesco. A detta del vignettista, dunque, il tono usato dal politico è totalmente fuori luogo per una figura che dovrebbe rappresentare le istituzioni.

Nel frattempo, Nicola Morra – che già si era scusato in questi giorni – torna a recitare un Mea culpa di fronte ale nuove accuse di volgarità e insensibilità ricevute: “Se qualcuno si è sentito colpito non è mai stato nelle mie intenzioni comprimere il diritto di candidarsi di chicchessia”. Morra afferma poi di essersi sempre battuto in prima persona per le persone più fragili – come anche i malati oncologici – e aggiunge: Invito tutti ad ascoltare la registrazione originale della trasmissione radiofonica. Sono io per primo affranto, costernato, addolorato”. Scuse che per molti sono tardive: già diversi politici hanno chiesto a gran voce le dimissioni del Senatore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui