Fabrizio Corona dichiarazione shock: “Penso che morirò ammazzato”

0
14

Fabrizio Corona, il rapporto complicato con le donne e con la legge e le due minacce di morte, il vip si racconta nel suo ultimo libro autobiografico e rivela: “Tanti mi vorrebbero morto, penso che morirò ammazzato“.

Fabrizio Corona rivela morirò ammazzato

Fabrizio Corona svela i propri lati nascosti nell’ultimo libro “Come ho inventato l’Italia“, e in un’intervista per il Corriere della Sera con Candida Morvillo ammette di avere avuto a che fare nella sua vita con tante persone che gli hanno augurato la morte: “Morirò ammazzato“, ha scherzato.

È nel suo libro autobiografico “Come ho inventato l’Italia” che Fabrizio Corona racconta la propria vita, e lo fa senza peli sulla lingua. Al centro del volume, la sua infinita storia giudiziaria. Dal rapporto difficile con la legge a quello tempestoso con le donne, Corona si apre ai lettori mostrando anche alcuni lati inediti. Una vita ricca di emozioni forti, che l’ha portato addirittura a due tentati omicidi commissionati nei suoi confronti. E arriva anche l’intenzione di trarre un film dal libro: “Non pensare che ne esci bene“, gli hanno risposto le case produttrici, “Sicuramente è così, ma anche Il Lupo di Wall Street , quando ha dato i diritti, era una persona diversa da quella che si vede nel film“, ha detto di tutta risposta Fabrizio.

Figlio del grande giornalista Vittorio Corona, Fabrizio racconta di essere inizialmente entrato in quel mondo per la voglia di vendicare in qualche modo il padre, “mangiato dal potere” e tagliato fuori prima dalla Rai e poi dalla Mediaset per dei titoli “scomodi”.

“Vedo tutti i flashback della mia vita”

A proposito della sua esperienza in carcere Corona ammette che di notte non riesce ad addormentarsi senza massicce dosi di sonniferi. “I demoni della mia coscienza mi tengono sveglio e vedo tutti i flashback della mia vita.” Il peggiore? I suicidi dei detenuti. “È una delle cose più brutte che uno possa vedere“.

Anarchico di natura, alla domanda della giornalista: “Possiamo stare tranquilli adesso sulla sua incolumità?” il 46enne risponde: “No, penso che morirò ammazzato, non lo dico per recitare una parte ma perché penso che la mia vita per come è stata non possa concludersi con una fine normale“. Fabrizio infatti spiega che avendo avuto a che fare obbligatoriamente per quasi sei anni di carcere con persone che hanno commesso gravi crimini è inevitabile che una volta usciti ce le si ritrova alla porta di casa: chi per amicizia, che per dei favori, fuori si diventa attaccabili.

Nina e Belén: non era vero amore?

Quanto a Nina Moric e a Belén Rodriguez, a proposito delle sue storiche compagne Corona ammette che probabilmente quello lo legava a loro non era vero amore, in quanto se si ama davvero una persona non si può farle cose come quelle che lui ha fatto loro. “Io le ho plasmate e gli ho creato un ruolo, guadagnandoci“, ammette. Ma quindi Fabrizio Corona deve rimanere uno spaccone per poter portare avanti il personaggio? “Il mio sogno è disintossicarmi dalla mia più grande malattia: il denaro. Voglio essere considerato per quello che valgo. Voglio trovare la mia occasione e a quel punto non conterebbero i soldi.

Leggi anche -> Fabrizio Corona contro Stefano De Martino: “Ha chiamato i paparazzi”

Leggi anche -> Fabrizio Corona svela i cachet da capogiro: “La D’Urso mi frutta 50.000 euro”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui