L’auto su cui viaggiavano i fratelli Adele ed Angelo Viani è uscita di strada sabato pomeriggio finendo in una scarpata a Capovalle, in provincia di Brescia. Per i due non c’è stato niente da fare.

Adele ed Angelo Viani, due fratelli di 80 e 73 anni, sono morti sabato scorso in un drammatico incidente stradale a Capovalle, in provincia di Brescia. L’auto su cui i due stavano viaggiando è uscita di strada ed è finita in una scarpata, non lasciando scampo ai passeggeri. Come spiega Fanpage, le cause dell’incidente sono tuttora ignote. Lo schianto sarebbe avvenuto nel pomeriggio di sabato 3 ottobre, visto che la prima chiamata ai soccorsi è stata effettuata alle 16:48 da un ciclista che si trovava a passare sul posto.

L’intervento dei soccorritori in eliambulanza è tuttavia risultato inutile. Sul posto sono accorsi anche gli agenti di polizia stradale e i vigili del fuoco di Brescia, ma ogni tentativo di salvare la vita ai due fratelli si è rivelato vano. I due sono stati estratti ormai senza vita dalle lamiere del loro pick up.

Ora le forze dell’ordine sono al lavoro per cercare di risalire alle cause che possano aver portato all’uscita di strada del mezzo a bordo del quale viaggiavano Adele e Angelo. Le prime ipotesi formulate riguardano una possibile distrazione o un malore del conducente. I due fratelli stavano facendo ritorno a casa, lungo una strada sterrata e impervia che tuttavia conoscevano bene, dopo essere stati nella loro baita a Capovalle per prendersi cura del bestiame.

Si tratta, purtroppo, dell’ennesimo drammatico incidente stradale che non lascia scampo alle persone coinvolte. Solo pochi giorni fa una tragedia simile si era verificata sulla A4 e aveva portato alla morte di una donna residente a Chiuduno, in provincia di Bergamo, non lontano dal luogo dove hanno perso la vita Adele e Angelo.

Lorenzo Palmisciano

Fonte: Fanpage, Today

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui