ll Codacons ha denunciato Chiara Ferragni per blasfemia e offesa al sentimento religioso. Fedez commenta così…

“Mi mancavano”, ha commentato Fedez in didascalia dopo aver ripreso un post dell’Adnkronos in cui si riporta una notizia che in pochissime ore ha fatto il giro del web. Il Codacons – Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori – ha infatti sporto denuncia contro l’influencer Chiara Ferragni per blasfemia e offesa al sentimento religioso. L’associazione dei consumatori si è mossa legalmente dopo la diffusione di un’ immagine, in cui la nota influencer appare raffigurata come una Madonna. Un’immagine che “ha generato indignazione e raccapriccio nell’opinione pubblica e sul web“, dice il Codacons che ha quindi annunciato di voler presentare un esposto alla Procura della Repubblica e al Ministro dei beni culturali Dario Franceschini per chiedere provvedimenti sull’accaduto. Un accaduto che sarebbe una vera e propria offesa e una grave mancanza di rispetto per i “cristiani, per l’intero mondo religioso e per l’arte in genere”, spiega il Codacons. L’immagine in questione, prosegue l’associazione, sfrutta la figura della Madonna e la religione a scopo commerciale, soprattutto perché Chiara Ferragni sarebbe una “macchina da soldi finalizzata a vendere prodotti, sponsorizzare marchi commerciali e indurre i suoi follower all’acquisto di questo o quel bene”. L’esposto è stato tra l’altro inviato anche a Papa Francesco, “affinché si pronunci contro tale squallida e inutile provocazione”.

Anche Fedez, mesi fa, è del resto stato già denunciato dal Codacons. Allora, la causa fu la raccolta fondi online promossa dai Ferragnez per sostenere l’Ospedale San Raffaele di Milano durante l’emergenza Coronavirus e le accuse contro il rapper sono state diverse: diffamazione, calunnia, associazione a delinquere, violenza, minacce plurime e induzione a commettere reati. La vicenda risale allo scorso marzo, quando il Codacons aveva denunciato come “ingannevoli” le commissioni applicate dalla piattaforma di crowdfunding, GoFundMe, usata dai Ferragnez per raccogliere fondi a sostegno del San Raffaele per intensificare le terapie intensive in piena emergenza Covid.

L’Antitrust aveva avviato un provvedimento d’urgenza, in cui si dichiarava illecito il meccanismo di applicazione delle commissioni a carico dei donatori. Il cantante si era quindi difeso confermando la regolarità della procedura e accusando poi il Codacons di voler bloccare tutte le raccolte fondi private, favorendo però la propria. Ad essere denunciati per diffamazione, violenza e minacce dunque sono stati anche i follower di Fedez, accusati di aver diffuso sul web minacce di morte e post violentissimi contro il Codacons, individuati dalla Polizia Postale. E così, oggi il cantante ritrova vecchi amici. Contro, stavolta, la moglie Chiara.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui