Home Persone Liguria: due bambini rischiano di affogare, Davide muore tentando di salvarli

Liguria: due bambini rischiano di affogare, Davide muore tentando di salvarli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:31
CONDIVIDI

Nella giornata di ieri Davide Aloia, trentasettenne di Ceriale, si è tuffato in mare per aiutare due bambini in difficoltà, ma è annegato a causa delle difficili condizioni del mare. 

 

Se n’è andato tentando di aiutare due bambini che si trovavano in difficoltà in mare. E’ morto così Davide Aloia, 37 anni, nato a Villanova Monferrato ma residente a Ceriale, in provincia di Savona. Secondo le informazioni riportate da Fanpage, l’uomo stava trascorrendo la domenica al mare, a Bagni San Sebastiano, ospite di uno stabilimento confinante con un tratto di spiaggia libera. Ed è proprio da lì che attorno alle 11:30 due bambini si sarebbero tuffati nonostante il forte vento e le difficili condizioni del mare, confermate anche dalla bandiera rossa esposta a riva. Probabilmente a causa delle correnti, i due ragazzi avrebbero avuto difficoltà nel tornare verso la spiaggia:  nonostante i loro tentativi la forza delle onde li stava avvicinando pericolosamente ad un gruppo di scogli. Di fronte a questa situazione, Davide ha deciso di tuffarsi nel tentativo di trarre in salvo di due bagnanti, ma poco dopo il suo ingresso in acqua l’intensità delle correnti ha travolto anche lui. All’immediato allarme lanciato da altre persone presenti sulla spiaggia, alcuni bagnini si sarebbero lanciati in soccorso di Davide, le cui difficoltà sembravano evidenti, senza però riuscire a salvarlo: riportato a riva, Aloia era ormai privo di sensi. Inutili i tentativi di rianimazione messi in atto dai bagnini, così come quelli di stabilizzazione tentati dal personale sanitario del 118 accorso sul posto.

La Guardia Costiera ha immediatamente disposto indagini per ricostruire con esattezza come si siano svolti i fatti che hanno condotto alla morte di Davide, ed è attesa la decisione del pubblico ministero sulla possibilità di richiedere l’autopsia sul corpo dell’uomo. Intanto sui social network familiari e amici di Davide gridano tutto il loro dolore per una morte atroce: “Non doveva andare così, non a te amico mio“, scrive Silvia su Facebook. “Hai dato la tua vita per gli altri, fino all’ultimo. Ora sei la stella più luminosa in un cielo buio. Mi mancherai fra, da morire. Siamo e resteremo sempre fratelli. Continua a proteggermi da lassù, come hai sempre fatto mentre eri qui. Ciao Dade“.

Fonte: Fanpage, Davide Aloia Facebook