Naike Rivelli continua a provocare con uno scatto senza veli dei suoi scagliandosi questa volta contro chi non ha rispettato le regole!

Naike Rivelli

Naike Rivelli lancia l’ennesima provocazione su Instagram. Ma poi corregge il tiro e scrive un post che in tanti dovrebbero leggere. In questi giorni tanta ipocrisia è stata manifestata dalle persone. Che in molti casi hanno solo predicato bene. Poi lasciando un cattivissimo esempio ai giovani. Che in quest’emergenza coronavirus vengono additati come i maggiori responsabili. Ma questo spesso non è vero. Perché proprio i giovani sono costretti a seguire degli esempi sbagliatissimi. Senza voler gettare la croce su quanto accaduto in Sardegna, si può tranquillamente dire che in quel caso la situazione è stata gestita malissimo. E in questo caso non dai giovanni ma dagli adulti che, sprezzanti delle regole e dell’emergenza, hanno avuto dei comportamenti sbagliati e da non seguire.

La figlia di Ornella Muti lancia un appello che tutti dovrebbero leggere

View this post on Instagram

Perché Siete andati tutti in Sardegna Cazzo…?!? Perché?! ??????????????????? Ora fanno i tamponi.. 🤦🏻‍♀️🤦🏻‍♀️🤦🏻‍♀️ ma rispettare le norme no? 👯‍♀️🕺🏻👯‍♀️🕺🏻🍾👯‍♀️👯‍♀️🕺🏻🍾👯‍♀️🕺🏻? #irresponsabili #discoparty #vip #influencer #calciatori #briatore #cattivoesempio #movida #fuoriluogo #nonèilmomento #igiovani #seguono #cattivo #esempio #stateacasa #stateacasacheèmeglio🙏 #hello #hey #heyyou #caveterottoercazzo #naikerivelli #pensieri @ornellamuti @ig_italia questa foto è stata scattata ad Ischia prima del Covid. Quest’anno io sono rimasta tra le due famiglie nelle due case. Nord e Sud d’Italia. Niente eventi, niente discoteche niente serate, tappeti rossi, party, niente assembramenti. Solo qualche bella cena e qualche bel pranzo e passeggiata col proprio nucleo famigliare allargato. Ho fatto due appuntamenti di lavoro presi in luoghi all’aperto, con le giuste precauzioni e mantenendo le distanze e le regole. Poi sono rimasta sempre a casa. Abbiamo persino chiuso a gli ospiti il ritiro workshop yoga di questo Agosto.Abbiamo fatto quest’anno un ritiro privato col nucleo famigliare e la nostra @ong_kojohnvisan con cui abbiamo condiviso l’estate, perché abbiamo deciso che con la salita del numero dei contagi, meglio evitare ospiti per la loro e la nostra sicurezza. Detto questo, trovo incredibile come tanti vip (influencer calciatori politici) che ci hanno chiesto di stare a casa durante la pandemia, si siano catapultati a fare movida dando un cattivissimo esempio ai nostri giovani, e soprattutto facendo si che si creassero dei nuovi focolai che rischiano di mettere l’Italia più a terra che mai. Boh. Non vi capisco. Che ipocrisia e che menefreghismo totale. #naikerivelli #pensieri

A post shared by Naike Rivelli (@naikerivelli) on

Naike Rivelli buon esempio da seguire. Nonostante il suo post sua senza veli e con il lato b praticamente scoperto, il fine del post non è quello della mera provocazione. Ma quello di attirare l’attenzione per poi parlare di un argomento serio come quello dell’emergenza coronavirus nel nostro paese. Scopo che è stato raggiunto considerando che si è parlato molto del post che ha pubblicato. E dei toni che ha usato. Quelli che tutti dovrebbero assumere. Soprattutto quando si parla di responsabilità e di esempio da dare ai giovani.

“Trovo incredibile come tanti vip (influencer calciatori politici) che ci hanno chiesto di stare a casa durante la pandemia, si siano catapultati a fare movida dando un cattivissimo esempio ai nostri giovani”.

“E soprattutto facendo si che si creassero dei nuovi focolai che rischiano di mettere l’Italia più a terra che mai”.

Queste le domande che si fa Naike, ma che si fanno anche altri milioni di italiani che non hanno condiviso quanto accaduto in questi mesi estivi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui