Home Persone Abbandonata dagli amici in una vasca, Francesca Manfredi se ne va 24...

Abbandonata dagli amici in una vasca, Francesca Manfredi se ne va 24 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:29
CONDIVIDI

Francesca Manfredi: ipotesi omicidio colposo per i due amici che non avrebbero chiamato in tempo il 112. Così la 24enne sarebbe stata uccisa.

 

Sarà l’autopsia a chiarire la causa della morte della 24enne Francesca Manfredi, ritrovata domenica mattina nell’appartamento intestato alla madre nel quartiere di Chiesanuova, alla periferia sud di Brescia. All’arrivo dei soccorritori, chiamati dagli amici di Francesca, non c’era più niente da fare: la ragazza è stata ritrovata senza vita in una vasca da bagno piena di ghiaccio. Gli inquirenti, coordinati dal sostituto procuratore di Brescia Benedetta Callea, stanno lavorando sulla ricostruzione delle ultime ore di vita di Francesca, e raccolgono il maggior numero di elementi possibile su di lei. Vogliono capire chi fosse, cosa facesse, quali amici frequentasse. Stando agli inquirenti, ad uccidere la giovane sarebbe stato un mix di stupefacenti che l’avrebbe portata all’overdose: chetamina, eroina e cocaina, assunte insieme a tanto alcool. Il tutto consumato in un festino durato due giorni nella casa della madre, dove è stato ritrovato il cadavere.

Oltre la causa della morte, l’esame medico legale potrà chiarire un altro elemento fondamentale: l’ora del decesso. Perché la chiamata dei compagni di festa di Francesca al 112 è stata fatta soltanto alle dieci passate di domenica mattina, ma è probabile che la ragazza fosse morta già da alcune ore. È l’ipotesi della Procura – riportata dal Corriere della Sera – che per questa ragione ha inserito nel registro degli indagati per la morte della ragazza  i due amici con cui ha passato la serata. Si tratta di due bresciani – un 32enne e una 24enne – che, forse, se fossero intervenuti tempestivamente, avrebbero potuto salvare la loro giovane amica. Ma i due, che non sarebbero stati lucidi abbastanza per capire la gravità della condizione di Francesca, avrebbero scelto di non chiamare il 112. Avrebbero preferito invece adagiarla in una vasca da bagno piena di ghiaccio, sperando così di salvarla. Per questa ragione, a carico dei due giovani gli inquirenti ipotizzano le accuse di omissione di soccorso e di omicidio colposo. In queste ore, riporta Fanpage, sono tanti i messaggi scritti sui social network, tra gli amici e conoscenti di Francesca, la ragazza dalla vita precaria, che amava i tatuaggi e le discoteche, e che aveva una infanzia difficile alle spalle.

Fonti: Corriere della Sera, Fanpage