Viviana Parisi, svolta nelle indagini, i filmati raccontano la verità su Gioele

0
2

Il giallo che ruota attorno alla morte di Viviana Parisi potrebbe essere ad un punto di svolta: da un video emerge che Gioele, di cui non si hanno più notizie dal 3 agosto, è sempre rimasto con la mamma.

Inizia ad intravedersi uno spiraglio di luce nella fitta nebbia che ancora ruota attorno alla scomparsa e alla morte di Viviana Parisi, la 43enne dj di Messina allontanatasi da casa lo scorso 3 agosto e ritrovata morta pochi giorni fa nei boschi vicino a Caronia. In seguito all’autopsia, gli esperti non escludono che si possa trattare di un caso di omicidio: Viviana potrebbe essere stata spinta dall’alto o, addirittura, strangolata. Insieme a lei la donna portò anche Gioele, il figlio di 4 anni di cui si è persa ogni traccia. Ma ora le indagini potrebbero essere finalmente ad un punto di svolta. Infatti – spiega la Repubblica – un video registrato dalle videocamere di sorveglianza di Sant’Agata di Militello, riprende il bambino insieme alla mamma. Dunque Viviana non avrebbe affidato Gioele a qualcuno prima di imboccare l’autostrada e poi far perdere le sue tracce, come si sospettava nei giorni scorsi. Il procuratore di Patti, Angelo Vittorio Cavallo, ipotizza, pertanto, che quasi sicuramente Gioele era in auto con Viviana quando l’auto di quest’ultima ha avuto l’incidente e per questo lancia, nuovamente, l’appello a farsi avanti a chi ha visto qualcosa. I testimoni – al momento anch’essi svaniti nel nulla – sarebbero una famiglia dall’accento settentrionale: un uomo, una donna e due adolescenti.

I quattro avrebbero visto Viviana e Gioele subito dopo l’incidente scavalcare il guardrail e lo avrebbero riferito a due ragazzi di Palermo che poi hanno chiamato il 112. Ma di essi non si sa più nulla. Il procuratore ora è disposto anche ad andare a cercare i testimoni porta a porta, se necessario, per fare chiarezza su una morte che è diventata un vero e proprio giallo. Intento il marito della defunta dj messinese, Daniele Mondello – in un’intervista al Corriere della Sera – esclude sia l’ipotesi del suicidio quanto quella dell’omicidio e pensa si sia trattato di un’incidente: “Quella mattina, quando è uscita, Viviana era tranquilla, nessun litigio, nessuna inquietudine. Penso che potrebbe aver perso l’equilibrio da un’altezza importante o che si sia sentita male, non credo l’abbiano uccisa”.

Samanta Airoldi

Fonte: Repubblica, Corriere della Sera

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here