Home Stampa Mainstream Selvaggia Lucarelli deferita dall’Ordine dei Giornalisti. Lei ritiene che vogliano solo intimidirla,...

Selvaggia Lucarelli deferita dall’Ordine dei Giornalisti. Lei ritiene che vogliano solo intimidirla, ora

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:41
CONDIVIDI

 Selvaggia Lucarelli è stata deferita dall’Ordine dei Giornalisti della Lombardia per aver mostrato le immagini del figlio minorenne a seguito della polemica con il leader della lega Matteo Salvini.

A pochi giorni da quanto accaduto al centro commerciale Portello di Milano, Selavaggia Lucarelli è stata deferita dall’Ordine dei Giornalisti della Lombardia. La notizia – che l’opinionista stessa ha scoperto dall’AGI – è stata motivata dal fatto che Lucarelli ha violato la Carta di Treviso, che tutela la privacy dei minori, mostrando le immagini del figlio 15enne Leon Pappalardo dopo le polemiche con il leader della lega Matteo Salvini. Dopo l’accaduto l’opinionista aveva anche scritto un articolo su Tpi – di cui è responsabile per i settori Cronaca e Spettacolo – per spiegare come si erano svolti i fatti.

Alla scoperta di essere stata deferita, Lucarelli ha risposto con un tweet dove definisce “geniale” la decisione dell’Odg: “Mio figlio dice la sua, la polizia lo costringe a dire nome e cognome, la Lega pubblica video, io solo dopo spiego cosa è successo ma vengo deferita dall’Odg. Geniale”.

Inoltre ha pubblicato un secondo pezzo su Tpi  in cui racconta la sua carriera di giornalista e ritorna su quanto accaduto domenica scorsa al Portello con il capo del Carroccio. Lucarelli ribadisce che l’identità del figlio è stata resa nota da altri giornalisti e dal video pubblicato sulle pagine della Lega. Spiega di aver ricevuto, il giorno seguente ai fatti del Portello, un messaggio dal presidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia, Alessandro Galimberti, il quale l’ha accusata di aver strumentalizzato il figlio minorenne: “Mi hai deluso, i figli non sono vessilli”. La giornalista ora attacca l’Odg dal quale si sente giudicata come madre e non tutelata: “Mi trovo a difendermi da chi doveva proteggermi. Questo deferimento lo trovo un atto non solo intimidatorio ma anche e soprattutto politico”. Lucarelli, dalle sue parole, lascia intuire che, a suo avviso, l’Ordine dei giornalisti, negli ultimi tempi, potrebbe aver perso la sua imparzialità e aver iniziato a propendere per un certo schieramento politico. Infatti puntualizza che è stato deferito anche il giornalista della Repubblica Verdelli per il titolo “Cancellate Salvini”.  “Esistono delle priorità, che negli ultimi mesi sono state Leon che dà del razzista a Salvini e Repubblica che scrive “cancellate Salvini”(deferito anche Verdelli). Buffo”.

Fonte: AGI, Tpi, Selvaggia Lucarelli Twitter, Corriere della Sera