A Palazzo Chigi fa il suo ingresso Matteo Ponzano, ex speaker della web tv del Movimento Cinque Stelle. Il suo compenso si aggirerà intorno ai 10mila euro al mese.

 

Un compenso stellare quello che riceverà nei prossimi mesi il dj Matteo Ponzano, ex speaker della web tv del  Movimento Cinque Stelle. Amico personale del co-fondatore del Movimento, Beppe Grillo.  Il suo ruolo, riferisce – Il Giornale – sarà supportare l’attività dell’ufficio stampa del segretario pentastellato Riccardo Fraccaro. Il compenso previsto per i suoi servizi? 50.000 euro per quattro mesi: 10.000 euro al mese. Una cifra che, a molti, può sembrare decisamente elevata, specie se si considera che la sua assunzione arriva in uno dei periodi  più neri per l’Italia, quando  tanti lavoratori che sono stati messi in ginocchio dal lockdown. I portavoce del Governo e in generale il personale che lavora presso l’ufficio stampa di Palazzo Chigi è noto per ricevere degli ingenti stipendi: basti pensare a Rocco Casalino, portavoce del Premier Giuseppe Conte ed ex concorrente del Grande Fratello. Il suo stipendio – riporta Money – ammonta a 169.556,86 euro l’anno.  Cifre da capogiro se si considera che – per quanto il Premier lo ritenga il migliore nel suo campo – il curriculum di Casalino potrebbe apparire un po’ scarno per il ruolo che ricopre.

Non dissimile il percorso di Ponzano che ha lavorato per anni a stretto contatto con la Casaleggio Associati, all’interno della web tv del Movimento Cinque Stelle, “La Cosa”. Nel 2014 però, in seguito a controversie legate proprio alla retribuzione per il suo lavoro, Ponzano aveva annunciato il suo divorzio da Grillo e Casaleggio: “A incidere sulla decisione del volto di ‘La Cosa’, oltre alla linea editoriale del partito, c’è un disaccordo sulla retribuzione di soli 1.000 euro al mese” – riferiva in un articolo Giornalettismo.

Controversie, si direbbe, superate brillantemente con questo nuovo ingaggio che lo a entrare a Palazzo Chigi dalla porta principale.  Il socio fondatore del M5S Davide Casaleggio non ha sicuramente troppe difficoltà economiche. Secondo il direttore del giornale PD Democratica Andrea Romano, nelle casse di Casaleggio sono entrati 813.000 euro all’anno soltanto con la celebre Piattaforma Rousseau.  La piattaforma – ricorda Agenzia Italia – è attiva dal 2016: con un rapido calcolo, arriviamo ad una cifra pari a 4 milioni di euro. Pensare che il fortunato dj aveva pure tentato la carriera politica dopo il suo temporaneo addio al Movimento Cinque Stelle, candidandosi al Parlamento europeo ma senza successo. La carriera da speaker si sta sicuramente rivelando più redditizia.

Fonte: Il Giornale, Agenzia Italia, Giornalettismo, Money

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui