Home Persone Varese, il sindaco lascia passare la donna con i bambini: loro tre...

Varese, il sindaco lascia passare la donna con i bambini: loro tre muoiono

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:58
CONDIVIDI

In provincia di Varese una donna con i suoi due bambini hanno perso la vita a causa del crollo del cornicione di un edificio. Sotto shock il sindaco che ha assistito alla tragedia.

La morte rappresenta sempre un dolore immenso per i familiari delle vittime. Quando poi si tratta della propria moglie e dei propri figli allora il peso può diventare un macigno. E questo macigno ora lo sta portando Noureddine Hannach, il marito di Fouzia Toufiq, la donna marocchina che ieri ha perso la vita – insieme ai due figli più piccoli – ad Albizzate, in provincia di Varese, a causa del crollo del cornicione di un palazzo. Intervistato da Radio 1 l’uomo ha dichiarato: “E’ un colpo durissimo, non ho dormito stanotte. Mio figlio maggiore ha assistito alla tragedia, ha visto tutto. Dice di stare bene, speriamo”.  La tragedia – spiega l’Ansa – si è consumata nel giro di pochi minuti.  Fouzia  si trovava sul marciapiede insieme al figli  Soulaymane di appena 5 anni e Yaocut  di 15 mesi – quando il cornicione è crollato. La tragedia si è consumata in via Marconi all’altezza del civico 26. Il cornicione era lungo 40 metri ed è crollato da un’altezza di circa 73.  Uno dei due bambini era ancora vivo quando è stato estratto dalle macerie ma è morto poco dopo il ricovero in ospedale. Il figlio più grande, invece – di 9 anni – si trovava dall’altro lato della strada in sella alla biciclette e ha visto tutta la scena. Anche un’altra donna di 42 anni è rimasta colpita dai calcinacci e portata in ospedale, ma non è in pericolo di vita.

Presente alla tragedia anche il sindaco di Albizzate Mirko Zorzo che, proprio pochi istanti prima, aveva dato la precedenza a Fouzia, facendola passare avanti a lui sul  marciapiede insieme ai bambini. Ancora incredulo per quanto accaduto, Zorzo ha commentato: “E’ da ieri che continuo a ripetere che sono stato miracolato. Quando ho capito cos’era successo sono andato a vedere e cercavo la signora con il passeggino che avevo fatto passare avanti, ma non la vedevo da nessuna parte, non rispondeva nessuno”. Il sindaco sta anche valutando – se la famiglia di Fouzia è d’accordo – di proclamare un giorno di lutto cittadino.

Sconvolte anche le amiche e le mamme dei compagni di scuola dei bambini di Fouzia. La migliore amica della vittima era Mina, una ragazza di 38 anni anche lei marocchina ma che vive ad Albizzate da ben 14 anni. Mina – riferisce Il Giorno – ha commentato: “Ho perso la mia migliore amica. Fouzia era una mamma felice, probabilmente aveva appena comprato il gelato ai suoi bambini come facciamo tutte. Mai ti aspetteresti un destino così”.

E’ intervenuto ad Aria Pulita anche il segretario della Lega Matteo Salvini: “Da papà uno si chiede, dietro quella famiglia, quanti sforzi, sacrifici, sorrisi. Poi passeggi per strada e ti aspetta questo destino incredibile. Ora aspettiamo di capire se questa tragedia si poteva evitare”. Al momento – riporta TgCom24 – il pm di Busto Arsizio, Nadia Calcaterra,  ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo e disastro colposo contro ignoti. A provocare l’improvviso crollo del cornicione sarebbe stato un cedimento strutturale. L’edificio è un’ex capannone industriale riconvertito di recente a uso commerciale, e ospita alcune attività tra cui una pizzeria.

Fonte: Ansa, TgCom24, Il Giorno