Home Stampa Mainstream Mafia, Camorra e ‘Ndrangheta hanno infettato il Nord prima del Coronavirus, dice...

Mafia, Camorra e ‘Ndrangheta hanno infettato il Nord prima del Coronavirus, dice Saviano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:34
CONDIVIDI

In articolo sul francese Le Monde Roberto Saviano ha analizzato la situazione della Lombardia in seguito allo scoppio del Covid-19, cercando di individuarne le cause.  

saviano Salvini - Leggilo

“È accaduto in Italia che proprio la regione ritenuta più forte, la più efficiente, la più ricca fosse quella meno pronta a fronteggiare la pandemia”. Si è aperto così l’editoriale dello scrittore Roberto Saviano sul quotidiano francese Le MondeUn’analisi della situazione Covid-19 e di come questa sia sfuggita ai dirigenti della Regione che, presto, saranno chiamati a rispondere. Nel sistema italiano, ha spiegato Saviano, le regioni hanno competenza esclusiva in materia sanitaria e la regione Lombardia viene gestita dal connubio e dall’alternanza tra pubblico e privato creato dalle amministrazioni di centro-destra, che hanno occupato il potere negli ultimi due decenni. “La Lombardia è il territorio di Silvio Berlusconi e la Regione era il feudo di Roberto Formigoni”, scrive Saviano, ricordando come quest’ultimo – predecessore di Salvini – sia stato condannato a 5 anni e 10 mesi di carcere per gravi episodi di corruzione.

La criminalità, insomma, esiste anche nel settentrione. Sarebbero state proprio la camorra napoletana e la ‘Ndrangheta Calabrese, seguendo le orme della Mafia siciliana, ad infiltrare l’economia legale del Nord, un pensiero ribadito dallo scrittore qualche tempo fa. Oggi sarebbe quindi un dato assodato che in molte parti del Nord le mafie facciano da padrone. Ma, tornando all’emergenza sanitaria, Saviano afferma che non c’è al momento un sistema sanitario al mondo che si è dimostrato in grado di fronteggiare con prontezza l’emergenza Coronavirus, ad eccezione della Corea del Sud. E non a caso, il punto debole della Lombardia è rappresentato dalla sua dinamicità economica e dal volume di scambi e relazioni con l’estero, tra cui la Cina. Poi ha fatto riferimento ai ritardi provocati dall’atteggiamento di Attilio Fontana, mettendoli in contrasto con le tempistiche quasi perfette del governatore del Veneto Zaia.

Le parole di Saviano sono state interpretate da Matteo Salvini, presumibilmente, come un attacco. “Leggevo che Saviano ha fatto un’intervista per un giornale straniero in cui racconta che la colpa di quello che accade in Lombardia è mia sostanzialmente, ma risparmiati ‘ste cazzate”. Così il leader della Lega ha commentato a TeleLombardia l’intervento dello scrittore su Le Monde. “Aspetta, lascia che i medici lavorino e che si liberino i posti in terapia intensiva e poi tra un mese dici le tue cose“, ha concluso. Un attacco proseguito sui social:

Senza vergogna.

Pubblicato da Matteo Salvini su Martedì 14 aprile 2020

 

Pronta, a sua volta, la replica di Saviano che ha spiegato come al centro dell’editoriale ci fosse una semplice comparazione, tra Fontana e Zaia, rispettivamente governatore della Lombardia e del Veneto. “Da un lato il fallimento totale, dall’altro, fino a ora, una serie di scelte azzeccate, che hanno salvato migliaia di vite. Uno che fa fatti da un lato e uno che si è ridotto a fare la soubrette televisiva, dall’altro”, scrive su fb lo scrittore. “Detto ciò, se arrivi a intestarti anche le critiche che non ti riguardano personalmente, al paese mio significa che stai alle cozze”, aggiunge. Quando in Lombardia inizierà la resa di conti, quando i vertici regionali dovranno rispondere delle migliaia di contagi e di morti che si potevano e si dovevano evitare, “il primo a buttare a mare Fontana, Gallera e tutti i leghisti coinvolti sarai tu, Capitan Codardo”, conclude.

A dire il vero, l'articolo che ho scritto per Le Monde – non è un'intervista, quindi, come sempre, parli senza aver…

Pubblicato da Roberto Saviano su Martedì 14 aprile 2020

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]