Coronavirus, negli Usa 26 mila morti, in Italia 21 mila: “Usare le fosse comuni è un’idea intelligente”

0
1

L’attrice ed ex modella newyorkese Carol Alt ha parlato della difficilissima emergenza sanitaria da Covid-19 e de suo amore per l’Italia.

Fosse comuni - Leggilo.org

Carol Alt, modella ed attrice americana – che in Italia abbiamo conosciuto con i film dei fratelli Vanzina – in una lunga intervista rilasciata ad Adnkronos ha parlato della quarantena che sta affrontando in una New York, la sua città natale, afflitta e flagellata dal Covid-19. Gli Stati Uniti sono il primo Paese al mondo per numero di contagi e decessi e sulla costa est, negli Stati di New York, New Jersey e Connecticut, si registrano i numeri più alti dell’emergenza. Spiega Alt: “Il momento per la città è molto difficile, ma i newyorkesi hanno un particolare modo di reagire. Ora qui è come quando in Italia la gente ha cominciato a cantare dai balconi”. Un senso di comunità che lega i cittadini americani, e quelli di tutto il mondo, presi dalle medesime sensazioni. “Adoro l’Italia” dice Carol Alt senza mezzi termini. Da una parte, la paura e la voglia di normalità; dall’altra, la ricerca di una nuova routine da mantenere entro le mura domestiche. Molti esperti consigliano di tenersi alla larga dalla lettura costante di notizie allarmanti, e di darsi un piano per la giornata. Questo, è quanto sta facendo la Alt, che ha riferito di non ascoltare molte notizie depressive e di essersi data un programma per affrontare la giornata.

In questi giorni hanno fatto il giro del mondo le immagini delle bare seppellite nelle fosse comuni di Hart Island. Come spiega Repubblica, la pandemia ha saturato gli obitori che non possono più ospitare i corpi non “reclamati”. Sono persone che non hanno famiglia, senza soldi e in qualche caso anche senza nome. Per tutte queste persone c’è sempre stato, sin dal 1896, un luogo di sepoltura: l’isola di Hart, ribattezzata dai newyorkesi “l’isola dei morti”. Nei primi anni ottanta, qui venivano seppelliti i corpi delle tante persone morte per un male allora sconosciuto, che nei successivi anni prenderà il nome di Aids. Ha spiegato Freddi Goldstein, portavoce del Sindaco Bill De Blasio al New York Times: “Si tratta di persone per le quali in due settimane nessuno si è fatto avanti, accollandosi le spese del funerale”.

Un tempo questi lavori venivano svolti dai detenuti del vicino penitenziario di Rikers Island, ma adesso, trattandosi di persone morte per Covid-19, i lavori vengono effettuati da operai e sanitari specializzati. Fino all’inizio dell’epidemia a New York ad Hart Island venivano portati una media di 25 cadaveri a settimana: oggi se ne contano 25 al giorno. Un problema enorme per la città che sta pensando di utilizzare Hart Island per tutti gli altri newyorkesi, dal momento che i cimiteri sono ormai strapieni.

Secondo l’attrice, l’idea di utilizzare l’isola di Hart è un’idea intelligente, per quanto le immagini possano essere crude: “So che ha creato molto scalpore, ma bisogna spiegare al mondo che è un’idea molto intelligente”. Infatti, quando tutto sarà finito, le persone potranno andare a recuperare i loro cari. “Ma credo che si debba spiegare, altrimenti posso capire che la gente degli altri paesi sia spaventata, e pensi che ci siano semplicemente migliaia di morti buttati nelle fosse: non è così”, prosegue la modella.

L’attrice, protagonista del nuovo film di Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, “Un figlio di nome Erasmus”, lanciato su tutte le piattaforme streaming il 12 aprile scorso, ha anche parlato anche del suo ex compagno, il pilota Ayrton Senna. Il prossimo 1 maggio, cadrà il 26° anniversario della morte di Senna. Spiega Alt: Il suo anniversario è un giorno triste. Ma è un giorno che io condivido emotivamente con tantissimi italiani, che sono stati da sempre il popolo più vicino a noi due”. E conclude: “Tutti i social media è un boato. La gente mi scrive, condividiamo il dolore, il dispiacere: devo dire che lo trascorriamo insieme. E’ meraviglioso poter condividere le emozioni”.

 

Fonte: Adnkronos, Repubblica

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui