Home Stampa Mainstream Coronavirus, Selvaggia Lucarelli fa ironia sulle condizioni di Boris Johnson, che rischia...

Coronavirus, Selvaggia Lucarelli fa ironia sulle condizioni di Boris Johnson, che rischia di morire

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:28
CONDIVIDI

La giornalista e opinionista televisiva Selvaggia Lucarelli commenta con sarcasmo le condizioni di salute del premier britannico Boris Johnson infettato dal Coronavirus.

coronavirus lucarelli johnson

“Auguro a Boris Johnson di vivere. Così potrà raccontare al gregge cos’è il Coronavirus, vissuto in terapia intensiva però”. Questo è stato l’augurio, chiaramente sarcastico, che la giornalista e opinionista televisiva Selvaggia Lucarelli ha rivolto al premier britannico Boris Johnson dal suo profilo Twitter.  Il 55enne premier britannico, infatti, infettato dal Coronavirus, è stato ricoverato presso il St Thomas’Hospital di Londra. Ora – riporta AGI – le sue condizioni sono stabili ma rimane in terapia intensiva anche se, per fortuna, non è stato necessario sottoporlo a ventilazione. Secondo esperti  il primo ministro britannico dovrà stare a riposo dal lavoro per almeno uno o due mesi. Per il momento Johnson ha delegato le sue funzioni al Ministro degli esteri Dominic Raab.

Selvaggia Lucarelli
@stanzaselvaggia

Spero vivamente che Boris Johnson sopravviva. Perché deve poter raccontare al gregge cos’è il Coronavirus, vissuto in terapia intensiva peró.

Il commento sprezzante di Selvaggia Lucarelli probabilmente è legato alla frase, divenuta famosa, del primo ministro “Preparatevi a perdere i vostri cari“.  In un primo momento, Boris Johnson aveva optato per la via dell’immunità di gregge “naturale”. In pratica il primo ministro aveva deciso di  prescrivere l’isolamento solo agli anziani e ai soggetti più a rischio, ovvero con immunità deficitarie e di far uscire tutto il resto della popolazione. In questo modo i soggetti giovani e sani – nelle sue idee – si sarebbero sì presi il virus ma lo avrebbero superato senza conseguenze e sarebbero diventati immuni. Una volta immunizzata almeno il 60% della popolazione, secondo Johnson, il Paese non avrebbe corso più alcun rischio per la salute e, al tempo stesso, non si sarebbe provocato un crollo del Pil come con la chiusura di tutte le attività. Ma ben presto il premier ha fatto marcia indietro per seguire il modello dell’Italia. In seguito – ironia della sorte – lui stesso si è scoperto positivo al Covid 19 e nel giro di poco le sue condizioni si sono aggravate al punto di richiedere il ricovero in terapia intensiva. Ora anche la Svezia, che, al momento sta seguendo una linea molto vicina a quella iniziale britannica, sembra propensa a un cambio di rotta e a optare per il lockdown a causa del crescendo dei contagi e dei decessi.

Fonte: Selvaggia Lucarelli Twitter, AGI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]