Home Cronaca Morire a 26 anni di Coronavirus: era uscito dalla terapia intensiva

Morire a 26 anni di Coronavirus: era uscito dalla terapia intensiva

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:51
CONDIVIDI

Anche il comune di Predappio registra la prima vittima del Coronaviru. Si chiamava Andrea Tesei, faceva parte del gruppo degli scout e aveva compiuto da poco 26 anni.

coronavirus andrea tesei

Continua a salire il numero delle  vittime sotto i 40 anni morti infettati dal Coronavirus. Dopo la giovanissima 27enne di Pesaro, il 26 marzo a Predappio, in provincia di Forlì-Cesena – riferisce Il Resto del Carlino – è venuto a mancare Andrea Tesei, un giovane di appena 26 anni compiuti da poco. Andrea è la prima vittima del comune di Predappio, la tredicesima nella provincia di Forlì. Di certo il più giovane, almeno per il momento.

Il ragazzo era stato ricoverato il 10 marzo. Le sue condizioni, ultimamente, sembravano essere migliorate al punto che era stato dimesso dal reparto di rianimazione dell’ospedale Bufalini di Cesena ed era stato trasferito nel reparto di pneumologia dell’ospedale Pierantoni- Morgani di Forlì. Qui un improvviso malore ha ribaltato le carte in tavola e se lo è portato via nella mattinata del 26 marzo, lasciando sola la madre, già vedova.
Andrea Tesei, fino alla fine di febbraio 2019, aveva svolto il servizio civile presso il municipo del suo paese, Santa Marina, una piccola frazione del comune di Predappio. Era inoltre molto attivo nel gruppo degli scout di San Cassiano, fin da quando era piccolo. Tutti lo ricordano come un ragazzo, buono, pieno di energia e con una parola d’incoraggiamento per tutti. Mauro Garretti, uno dei capi scout, ricorda Andrea come la loro mascotte, un bravo educatore dei piccoli lupetti, dal sorriso buono e contagioso. “Andrea con il suo sorriso sapeva stimolare tutti, grandi e piccoli, a fare cose belle”.
L’ex vicesindaco di Predappio, Chiara Venturi, ha voluto salutare così Andrea: “Felice di averti conosciuto durante il tuo periodo di servizio civile. Appena aprivo la porta c’era il tuo sorriso ad accogliermi”. Anche l’attuale sindaco di Predappio, Roberto Canali, si è detto sconvolto e profondamente addolorato per la morte di Andrea. Questo il messaggio del primo cittadino riportato da Forlì24Ore: “Questo terribile virus ci costringe a fare i conti con la precarietà delle cose. Solo con il senso di comunità, di responsabilità condivisa, di collaborazione potremo superare questi momenti bui”. E – riporta la Repubblica – ha aggiunto il sindaco: “Questa è la dimostrazione che il virus non colpisce solo gli anziani. Anche i giovani devono stare attenti”.

Fonte: Il Resto del Carlino, Forlì24Ore, Repubblica

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]