Home Spettacolo Coronavirus e animali nel piatto: quando Chef Rubio mangiava nutrie

Coronavirus e animali nel piatto: quando Chef Rubio mangiava nutrie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:30
CONDIVIDI

Il noto Chef Rubio –  durante una puntata di “Camionisti in Trattoria” – ha mangiato una nutria, un mammifero appartenente alla famiglia dei roditori molto simile ad un grande topo.

chef rubio nutria

Preoccupazioni e polemiche. Questo è quanto ruota attorno alla vicenda del Coronavirus, l’epidemia mondiale che ha avuto origine a Wuhan, in Cina, oggi città deserta diventata scenario di incubo e morte. Il virus, anche se di per sé poco più grave di un’influenza – a detta di esperti come la virologa Maria Rita Gismondo dell’ospedale Sacco di Milano – è uscito da un pezzo dai confini della sanità per spostarsi nelle aule parlamentari e negli studi televisivi. L’ultima polemica ha visto protagonista il Governatore del Veneto Luca Zaia. Nel corso di un’intervista ad Antenna 3, questo si è scagliato contro i cinesi criticandone le abitudini alimentari. A dimostrazione della sua tesi, ci sarebbero alcuni video in cui si notano i cinesi ingerire topi vivi. Sarebbero state quindi le cattive abitudini alimentari, unite a scarsa igiene, a far scattare l’epidemia e ad alimentare in maniera esponenziale il contagio in Cina. Cosa che invece non è accaduto in Veneto, proprio in virtù delle ottime abitudini igieniche dei cittadini che avrebbero limitato la diffusione del Coronavirus.

In Lombardia, invece, i casi di contagio sono aumentati superando le 400 unità. Anche se i virologi e gli infettivologi che in questo periodo si interrogano sulle cause e sulle conseguenze dell’epidemia non hanno mai associato totalmente alla diffusione del virus una spiegazione di natura alimentare, c’è chi non esclude totalmente tale ipotesi. Il flusso di informazioni sempre maggiore che si ha sul Corona porta ad interrogarsi su elementi di natura svariata e, tra questi, le abitudini alimentari dei cinesi e non.

Così, sappiamo che in provincia di Cremona si mangiano le nutrie, mammiferi simili ai topi appartenenti alla famiglia dei castori. Se da anni è vietato utilizzare la nutria per produrre pellicce, è possibile invece ingerirla, come stabilito da due decreti legge di qualche anno fa, spiega la Gazzetta di Mantova. Non solo. Nel 2018 il Sindaco di Gerre de’ Caprioli, nel cremonese, ha lanciato ai cittadini la proposta di mangiare gli animaletti per limitarne l’eccessiva presenza sul territorio. Sfida che lui per primo raccolse, gustando in un video – reperibile su Blastingnews – un piatto a base di nutrie. Mangiare i cosiddetti “capriolini” è tra l’altro abitudine diffusa anche in America, in Lousiana per la precisione, dove si mangiano da sempre come spezzatino in umido.

L’iniziativa del Primo Cittadino ha dato il via ad una serie di sagre e menù a tema “nutria“. In occasione di una sagra parrocchiale, è stato addirittura proposto un tiramisù a base di castorino. La sfida lanciata dal Sindaco è stata raccolta anche da Gabriele Rubini, alias Chef Rubio. Durante una puntata della terza stagione di camionisti in Trattoria, lo chef – come ha riportato Cremona Oggi – si è recato proprio a Gerre de’ Caprioli e ha mangiato una nutria facendosi anche spiegare la ricetta dalla padrona di casa.

Fonte: Gazzetta di Mantova, Blastingnews, Cremona Oggi