Matteo Salvini denuncia Carola Rackete: “Una viziatella tedesca di Sinistra”

0
1

Lo scorso luglio Carola Rackete, la capitana della Sea Watch che entrò illegalmente nel porto di Lampedusa a giugno, ha denunciato il leader della lega Matteo Salvini per diffamazione e istigazione a delinquere. Ora l’ex Ministro dell’Interno reagisce e annuncia che farà una controdenuncia.

salvini denuncia carola rackete

“Carola Rackete è solo una viziatella tedesca di sinistra che si diverte a speronare le motovedette della Polizia. Lei  mi denuncia? perfetto, e io la controdenuncio!“. Così ha annunciato in un video sulla sua pagina Facebook il leader della lega Matteo Salvini. La capitana Carola, infatti, lo scorso giungo, violando le leggi e i decreti ministeriali, entro con la Sea Watch, nave Ong di Sos Mediterranee nel porto di lampedusa e speronò due motovedette su cui erano a bordo degli agenti. Ma nonostante fosse stata lei a violare apertamente le Leggi dello stato italiano, la signorina Rackete – come ha riportato Huffington Post – il 12 luglio, ha pensato bene di denunciare l’allora Ministro dell’Interno Matteo Salvini. Le accuse? Diffamazione per averla definita “fuori legge” (e, infatti, era andata contro la legge) e anche istigazione a delinquere. Infatti, secondo Rackete, se Matteo Salvini non avesse dato l’ordine di chiudere i porti, lei non sarebbe stata costretta ad entrare con la forza e, di conseguenza, non avrebbe speronato nessuno. Ma dopo mesi di attacchi sui social e fuori, accuse di istigazione all’odio e xenofobia e minacce di morte, l’ex Ministro dell’Interno – come riferisce Fanpage – ha deciso di reagire e di difendersi: “Il reato lo commise Carola rackete che ha messo a rischio la vita dei poliziotti a bordo della motovedetta. Io non ho commesso reato. E’ assurdo che sia lei a denunciare me. ma questa volta non me ne starò zitto”. Carola Rackete, in un primo tempo incarcerata, fu rilasciata dopo poco su ordine del gip di Agrigento. Ospite alla Corte europea, accusò l’Italia e l’Europa intera di averla abbandonata e, dunque, costretta ad agire in quel modo. E nessuno osò contraddirla. Anzi: tutti la salutarono con grandi applausi. Ciò che, però, nessuno ha avuto l’ardire di far notare alla signorina Carola è che dalla Sea Watch che lei comandava sono scesi ben 3 trafficanti di esseri umani, arrestati poco dopo lo sbarco grazie ad altri migranti che li avevano riconosciuti. La notizia fu oscurata da gran parte dei media per volere del nuovo Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, fautrice della politica dei porti aperti e dei finanziamenti alle Ong.

Fonte: Fanpage, Huffington Post, Matteo Salvini Facebook.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here