Home Stampa Mainstream Violenza sulle donne, che ruolo hanno gli stranieri secondo la Polizia. E...

Violenza sulle donne, che ruolo hanno gli stranieri secondo la Polizia. E cosa dice Mentana

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:30
CONDIVIDI

In un rapporto della Polizia di Stato, relativo al mese di marzo 2019, 88 donne ogni giorno, in Italia, subiscono violenze e abusi. Nel 74% gli aggressori sono italiani, il restante 26% dei casi il reato è ascrivibile ad uno straniero.  Nell’82% dei casi il carnefice è un familiare. Ma il capo della Polizia Franco gabrielli conferma che le violenze sessuali sono aumentate con l’aumento dell’immigrazione.

Violenza sulle donne - Leggilo.Org

Il 25 novembre ricorrerà la giornata mondiale contro la violenza sulle donne. La Polizia di Stato ha stilato un report sulle vittime di abusi e violenze relativo al solo mese di marzo 2019. I dati sono preoccupanti. Ogni giorno – come riferisce AGI – circa 88 donne subiscono percosse, abusi sessuali o maltrattamenti. Nell’80% dei casi evidenziati dal report  le vittime sono italiane e il 74% delle anche  i loro carnefici sono italiani e nell’82% delle situazioni si tratta di persone conosciute: fidanzati, mariti, familiari o amici. Nello specifico  il 36% subisce maltrattamenti, il 27% è vittima di stalking, il 16% viene picchiata e il 9% abusi sessuali.

Nonostante questi dati allarmanti, il rapporto della Polizia di Stato mette in evidenza anche un dato confortante: nel biennio 2018 -2019 la violenza sulle donne ha subito una decrescita. Sono diminuite del 16,7% le violenze sessuali e del 2,9% i maltrattamenti. In calo anche i femminicidi che sono passati dal 38% del 2018 al 34% del 2019. Spicca il fatto che nel 67% – come riferisce SkyTg24 – le vittime di femminicidio siano di nazionalità straniera uccise da mariti o compagni o familiari stranieri. Infatti, anche se, come specificato, ben il 74% degli aggressori è italiano ciò non toglie che l’aumento dell’immigrazione avvenuto, soprattutto, tra il 2014 e il 2017, ha causato un aumento di determinati crimini tra cui, appunto, violenze sessuali. Questo lo riferiva lo stesso capo della Polizia Franco Gabrielli.

Un tema, quello della violenza da parte degli stranieri su cui Opern di Enrico Mentana tempo fa metteva in guardia, invitando a considerare ai fini dei dati statistici non solo le denunce, ma anche le sentenze. Questo elemento, sarebbe determinante, secondo Open, per riconsiderare alcune conclusioni, a dire della pagina semplicistiche, sulla presunta incidenza degli stranieri nell’aggravarsi di determinati fenomeni criminali. Ma è Open stesso a sottolineare che “questo vale per tutti, sia italiani che stranieri“. E allora non si comprende come il dato relativo alle sole denunce dovrebbe incidere, negativamente, solo a svantaggio degli stranieri.

Il cammino da fare è ancora moltissimo e, purtroppo, tutto in salita. Il sindacato di poliziotti Silp Cgil – riferisce Huffington Post – ha di recente lanciato la campagna “Insieme per non essere più sole“. Una rete di medici, poliziotti, psicologi, assistenti sociali, avvocati che si uniscono per aiutare le donne vittime di violenza. Il loro obiettivo è, soprattutto, supportare psicologicamente ma anche giuridicamente le vittime. Sicuramente l’Italia in termini di prevenzione può e deve fare ancora moltissimo. Tuttavia la prevenzione da sola non basta. E’ necessario che, accanto alla cultura del rispetto e della parità, si affianchino pene certe e adeguate per chi commette violenza contro le donne.

In tal senso, un bellissimo esempio di come lotta sul piano culturale e aiuti concreti possano integrarsi, è dato dal Comune di Montecchio, in provincia di Vicenza. Come riporta Vicenza Today, nella mattina del 22 novembre, la Polizia Locale dei Castelli ha distribuito, alle donne che ne hanno fatto richiesta, degli spray al peperoncino.  Ovviamente sono state fornite loro tutte le informazioni necessarie per utilizzare lo strumento in modo sicuro. Nei giorni precedenti il Comune aveva organizzato una serie di incontri e conferenze con psicologi, avvocati e operatrici dei Centri anti violenza.

Fonte: AGI, SkyTg24, Open, Huffington Post, Vicenza Today

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]