Home News Mondo Bimbo di 9 anni trovato impiccato davanti al cimitero

Bimbo di 9 anni trovato impiccato davanti al cimitero

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:32
CONDIVIDI

Wael al-Saud, un bambino siriano di 9 anni, è stato trovato morto impiccato vicino ad un cimitero nella provincia turca di Kocaeli.

wael-al-saud impiccato bulli - Leggilo

Tutto il mondo è Paese e purtroppo non in senso positivo. Quando si parla di bullismo infatti, non ci sono confini che tengano. Questa storia arriva dalla Turchia, dove Wael al-Saud, profugo siriano di 9 anni, è morto suicida per impiccagione vicino ad un cimitero ella provincia turca di Kocaeli.

Wael al-Saud: morto per colpa dei bulli

Il padre Mustafa, un medico veterinario, era fuggito dalla Siria nel 2014, dopo l’inizio della guerra nel 2011. Dopo un primo periodo ad Ankara e Alessandretta la famiglia era arrivata a Karpete, dove il piccolo frequentava la quinta elementare. “Wael era un bambino sensibile, intelligente e calmo. Amava la vita”, ha detto il padre a Indipendentturkish: “Era molto maturo per la sua età ma i suoi compagni di classe lo discriminavano dicendogli: ʻSei un siriano, tornate nel tuo Paeseʼ”. Pare che questa situazione non coinvolgesse solo Wael, come riporta la BBC: “Quando torni a casa? State rovinando il nostro Paese” era una delle frasi che gli venivano rivolte.

La mattina della sua morte, Wael aveva litigato con alcuni alunni e l’insegnante l’aveva lasciato fuori dall’aula. “Dopo aver pranzato – ha detto il padre –  ha detto alla sorella che sarebbe andato alla moschea a pregare. Non è più tornato”. Le telecamere di sicurezza lo hanno ripreso mentre si incamminava verso il cimitero con qualcosa di simile ad un corda, gli ultimi istanti di vita.  Alcuni abitanti del paese lo hanno scoperto, purtroppo impiccato all’inferriata del cimitero, come riporta il media locale Yenisafa.

I compagni di classe e gli insegnanti saranno sentiti per capire che tipo di situazione vivesse il bimbo. Il Ministero dell’Istruzione turco ha negato che si trattasse di bullismo:  “Dalle prime informazioni – si legge in un comunicato – non ci risulta fosse vittima di bullismo. Wael è stato eletto ʻstudente del meseʼ; era un bambino molto amato dal resto degli alunni e insegnanti”.

Haitham Othman, il fondatore di Children of One World, Ong turca a favore dei diritti dei bambini, ha scritto su Twitter: “E’ inimmaginabile l’orrore e l’entità del dolore e della disperazione che hanno portato un bambino siriano di 9 anni ad impiccarsi al cancello di un cimitero in Turchia a causa del bullismo e della discriminazione razziale

Fonte: Indipendentturkish, BBC, Haitham Othman Twitter, Yenisafak, Ministero dell’Istruzione, Turchia

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]